Napoli, riunito il tavolo sulla sicurezza urbana della III municipalità

Condividi

Presieduto dal prefetto, ha il compito di monitorare costantemente le esigenze del territorio

Riunione questa mattina, presso la Chiesa di S. Teresa di Gesù Bambino, del tavolo di Osservazione sulla sicurezza urbana della III municipalità di Napoli, presieduto dal prefetto, Marco Valentini.

I tavoli di Osservazione, previsti dall’accordo Conferenza Stato-Città e autonomie locali del 26 luglio 2018 per l’attuazione della sicurezza urbana sono operativi per ciascuna delle municipalità del Comune, con il compito di monitorare costantemente le esigenze di sicurezza dei territori ed offrire concreti contributi per interventi più generali da sottoporre all’attenzione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Il presidente della III municipalità, Ivo Poggiani, ha riferito del completamento dei lavori di riqualificazione dell’area verde del Parco Nicolardi nonché della prossima apertura degli impianti sportivi lì presenti.

L’assessore alla Sicurezza Urbana, Alessandra Clemente, ha comunicato che a breve sarà bandita la gara per l’affidamento dei lavori per l’installazione di un sistema di videosorveglianza presso l’area dei Colli Aminei, costituito da 6 lettori targhe e 4 telecamere dome.

È stata poi affrontata la questione relativa ai recenti eventi criminosi che si sono verificati presso il rione residenziale “Pineta”, nonché all’esplosione di un ordigno ai danni di un esercizio commerciale al viale Colli Aminei. Al riguardo prosegue l’attività delle Forze dell’ordine presenti sul territorio con frequenti operazioni coordinate di controllo anche con modalità ad “Alto Impatto”, con la partecipazione della polizia locale.

Con la rappresentante della direzione Scolastica regionale è stato fatto il punto sulla crisi educativa dei minori, aggravata dall’uso della didattica a distanza nel periodo della pandemia e sul bisogno di progettualità mirate con l’apporto sinergico delle associazioni del terzo settore.

Il prefetto ha sottolineato come il concetto di sicurezza integrata implichi il concorso di tutte le componenti civiche del territorio con le Forze di polizia, in primo luogo dei cittadini, attraverso comportamenti rispettosi delle leggi e improntati a senso di responsabilità, anche con la denuncia alle autorità dei reati dei quali siano vittime o di cui siano venuti a conoscenza.

All’incontro hanno partecipato i responsabili degli uffici e comandi delle Forze dell’ordine e della polizia Municipale, del Decanato e delle associazioni dei commercianti.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]