Napoli, rafforzata la vigilanza contro le aggressioni negli ospedali

Condividi

Assicurata dalle Forze dell’Ordine. Implementata anche la videosorveglianza

Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica oggi a Napoli, presieduto dal prefetto Carmela Pagano, , per l’esame della problematica relativa al fenomeno delle aggressioni nei confronti di medici e operatori delle strutture sanitarie.

I casi denunciati sono 87 nel 2019, di cui 21 di aggressione solo verbale, a fronte degli 82 casi del 2018.

Il Comitato ha stabilito, quindi, che le Forze di Polizia intensificheranno la vigilanza mobile dei nosocomi con frequenti passaggi e soste. Saranno, inoltre, stabiliti rapporti costanti tra i dirigenti e i comandanti dei presidi delle Forze dell’Ordine di zona e le Direzioni Ospedaliere per agevolare il più tempestivo intervento a chiamata.

Emersa anche la necessità di un adeguamento tecnologico dei sistemi di videosorveglianza esistenti mediante collegamenti diretti con le sale operative delle Forze di Polizia, con invio di immagini degli ambienti più a rischio.

Le aziende sanitarie si sono impegnate ad ottimizzare i modelli organizzativi, anche con la consulenza tecnica delle Forze di Polizia sul numero e la formazione di guardie giurate impiegate.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]