Napoli, prosegue la rimozione di murales e altarini dedicati a criminali

Condividi

Comune e Forze dell’ordine impegnati nel ripristino del rispetto della legalità nelle vie della città

Continua l’impegno del Comune di Napoli e delle Forze dell’ordine nella rimozione di murales e altarini dedicati a pregiudicati e criminali, come concordato nel tavolo tecnico e nel comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica del 4 marzo scorso, presieduto dal prefetto Marco Valentini.

NARDONE

Rimossi oggi due manufatti: una targa di marmo realizzata su un muro di proprietà comunale sita in Via del Marzano, nel quartiere di Posillipo, dedicata a Giuseppe Grieco, pregiudicato ucciso in un conflitto a fuoco con le Forze dell’ordine, e un “altarino” installato in piazzetta Salvatore Trinchese, nell’area di interesse archeologico nel quartiere Pendino, dedicato al pregiudicato Raffaele Ivone.

Il programma di interventi proseguirà nelle prossime settimane per ripristinare il rispetto della legalità attraverso la progressiva rimozione di manufatti o altri simboli abusivi sulla pubblica via.

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]