Napoli, liste pulite e gestione della città nella fase dell’emergenza

Condividi

Conoscenza, dialogo e prevenzione: la ricetta del prefetto Valentini

La conoscenza diretta del territorio, dei suoi punti di forza e delle sue principali criticità, è stato il primo obiettivo del prefetto di Napoli Marco Valentini.

NARDONE

Dialogare con realtà complesse come quella dei Rom di Giugliano e far dialogare il mondo dell’associazionismo, soprattutto in questa fase delicata del post Covid. Prendere atto della ferocia della cosiddetta microcriminalità e della risposta misurata delle forze dell’ordine. Constatare il ruolo imprescindibile della prevenzione e la necessità di un salto culturale, prendendo ad esempio realtà come il Polo universitario di San Giovanni a Teduccio.

«Ho comprato e studiato la cartina di Napoli e ora sto girando tutti i comuni» racconta il prefetto  al Corriere del Mezzogiorno di oggi, per spiegare la sua strategia nella gestione della città.

Sono chiavi di lettura e concreti spunti operativi anche in vista della prossima tornata elettorale che punta a un dialogo aperto con i partiti politici per garantire una corretta informazione e massima trasparenza nella selezione dei candidati.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]