Napoli. Lega: “stamattina abbiamo presidiato affinché il Comune non sgomberasse altra famiglia. La priorità dovrebbero essere gli stabili occupati dai centri sociali”

Condividi

“Stamattina una delegazione della Lega Salvini premier di Napoli, unitamente al consigliere Moretto, si è recata in via Posillipo per dare sostegno alla seconda famiglia che il Comune ha deciso di sfrattare nonostante un decreto del Governo abbia sospeso le procedure di sfratto sino al 31.12.2020.

NARDONE

Non contenti della morte della sig.ra Grazia, oggi il Comune di Napoli aveva avvisato che con l’ausilio della forza pubblica avrebbe cacciato di casa un’altra sig.ra con tre figli solo perché il contratto è scaduto.

Ricordiamo che queste famiglie residenti a Posillipo in graduatoria dagli anni 90 per avere un alloggio popolare furono messe dal comune di Napoli in abitazioni di loro proprietà nell’attesa che si liberassero immobili erp. Nelle more il Comune non ha assegnato loro alcuna casa popolare e pretende di buttarli tutti in mezzo ad una strada”.

È quanto fa sapere in una nota l’avv. Simona Sapignoli, coordinatrice cittadina della Lega Napoli.

“Anche una terza famiglia, sempre composta da madre e tre figli ha avuto notificato il preavviso di rilascio.

La lega proseguirà l’assistenza alle due famiglie bisognose e combatterà affinchè o abbiano il rinnovo del contratto o l’assegnazione di altra casa popolare, ma non consentiremo che donne e bambini siano lasciati senza un tetto.

Il Sindaco e la Sua giunta pensassero a liberare gli immobili occupati abusivamente dai centri sociali piuttosto che perseguitare la gente che veramente ha bisogno di aiuti e sostegni”.

Conclude la nota.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]