Napoli, gran successo per il convegno sul Biotestamento alla Fondazione Sudd

Condividi

Un pomeriggio di riflessione dedicato a una delicata scelta di vita di cui molto si discute. Bassolino: “Non e’ il miglior testo ma approvarlo sarebbe un importante passo avanti”

NARDONE

Napoli, 22 giu. – Si scrive Dat, si legge testamento biologico. Precisamente, “Dichiarazione anticipata di trattamento”. È questa l’espressione che delinea la volontà di ogni persona, sulle terapie a cui intenda o non intenda essere sottoposta, qualora si trovi nell’incapacità di esprimerlo, magari a causa di malattie o lesioni cerebrali irreversibili.

Se ne è parlato in un incontro pubblico per discutere i punti sui quali si sofferma la proposta di legge al Senato sul testamento biologico e i passaggi fondamentali sui quali da tempo l’Associazione Luca Coscioni si batte, con un’opera di sensibilizzazione della società civile e delle forze politiche e di governo.“ In particolare il convegno tenutosi mercoledi’ 21 giugno a Napoli presso la Fondazione Sudd, moderato da Rosetta Papa, ginecologa e scrittrice, ha visto la partecipazione di tre importanti personaggi, l’ex Governatore della Campania Antonio Bassolino, Marco Cappato tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni e Paolo Isotta, musicologo e scrittore,  i quali, attraverso le loro interessanti relazioni ed esperienze personali, hanno offerto al pubblico una duplice prospettiva di analisi delle delicate tematiche del fine vita, quali testamento biologico ed eutanasia, sottolineando da un lato quanto sia importante il valore della vita, dall’altro lato quanto invece a volte disperate condizioni di salute possano indurre un individuo a scegliere di compiere il gesto estremo.

Dal suo canto Antonio Bassolino ha espresso la sua contrarietà ad eventuali elezioni anticipate proprio perche ‘ il Parlamento ha un debito importante rispetto all ‘ approvazione di testi di legge relativi al testamento biologico, allo ius soli e al reato di tortura . << Non e’ il miglior testo ma approvarlo sarebbe un importante passo avanti>>.

Antonio Bassolino ha inoltre annunciato la sua iscrizione all’ Associazione Luca Coscioni, lanciando un appello al presidente del Senato Grasso sull’ approvazione della legge sul testamento biologico .

Marco Cappato ha sottolineato che dopo il caso Fabo, solo una figura autorevole politicamente a Napoli come Antonio Bassolino, lo ha invitato cogliendo un importante segnale in materia di diritti civili. Cappato ha sottolineato che bisogna essere liberi anche alla fine della nostra vita, e il parlamento e la politica sono in ritardo sulla società.

[iframe width=”560″ height=”955″ src=”//www.radioradicale.it/scheda/512391/iframe” frameborder=”0″ allowfullscreen ]
loading...

Raffaele De Falco

Collaboratore freelance, convinto assertore del giornalismo moderno, fatto di social, notizie in tempo reale attraverso i più svariati mezzi di comunicazione attualmente in circolazione ed in continua evoluzione. Adoro il mare, amo viaggiare e scrivere: la cultura è la risposta alla vita quotidiana.