Napoli : fallisce la città rifugio e nasce la guerra civile

Condividi

Napoli, 7 ago. – Meravigliarsi degli incidenti che accadono quotidianamente nella città di Napoli dovuti ad una ” invasione ” dei suoi quartieri ? Assolutamente non è possibile . La città che conta più di un milione di abitanti viene gestita in maniera diversa a seconda delle zone e questo fu un nostro “monito” già di qualche tempo fa . Il discrimine è ‘ classista oltre che elettorale e la responsabilità è imputabile solo a chi ha fatto della sua politica un perpetuo slogan . Le zone del Vasto , Porta Nolana e dei vecchi quartieri sono state invase e rese ostaggio della criminalità di diversi gruppi etnici , diventate pattumiere a cielo aperto e palcoscenico dello squallore umano più totale . L’ amministrazione della città di Napoli e ‘ carente sotto il profilo della sicurezza dei cittadini che devono subire violenze e non partecipare ad un corretto ed adeguato processo di integrazione : la colpa non risiede negli ospiti che per lo più sono senza permesso di soggiorno , ma è tutta di chi non è in grado di favorire questo processo . Forse parlare solo di antirazzismo non è stato produttivo da parte della politica ” di facciata ” del comune di Napoli volta a smuovere il voto di opinione di una ” città rifugio ” che non è in grado di inserire ed integrare in modo corretto gli stranieri . Ovviamente non si tratta solo di una mancanza di risorse , responsabilità imputata per comodità al Governo , e ciò accade ogni qualvolta che si verifica un disastro , in quanto abbiamo consorzi e cooperative di ogni ordine e grado che si occupano di accoglienza da diversi anni anche con un certo ritorno . Il commercio della droga , lo sfruttamento della prostituzione e la consumazione di ogni reato alla portata delle organizzazioni criminali indipendenti di stranieri , che sono entrate anche in conflitto con quelle del territorio e ‘ in via di crescita e senza controllo . La concezione manichea della politica dello straniero non ci viene in aiuto . Parlare di sicurezza non vuol dire essere buoni o cattivi , vuol dire consentire ad una città di svilupparsi verso parametri ispirati ad altre forme di civiltà e non di degrado e criminalità . Sotto questo profilo ” la politica sullo straniero ” della città di Napoli , e non solo , la città metropolitana è ‘ fallimentare per una inadeguata comprensione e gestione del problema che a poco a poco diventerà sempre più pernicioso avviando una guerra civile nei quartieri meno coccolati dal Sindaco . 

NARDONE
loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]