Musica: “Partenope eterna” con Naomi Rivieccio e i Talenti Vulcanici

Condividi

Napoli, domenica 26 giugno (ore 19) alle Gallerie d’Italia, inaugurazione di “Suoni da capogiro”

“PARTENOPE ETERNA” CON NAOMI RIVIECCIO E I TALENTI VULCANICI

Diretti da Stefano Demicheli, in programma anche un inedito del compositore Fabio Vacchi

Napoli. Il soprano Naomi Rivieccio e i Talenti Vulcanici diretti da Stefano Demicheli sono i protagonisti del concerto intitolato “Partenope Eterna”, dal titolo del brano inedito composto per l’occasione dal Maestro Fabio Vacchi su testo di Giuseppe Montesano.

In programma domenica 26 giugno (ore 19) alle Gallerie d’Italia –  che apre così alla musica la nuova sede di via Toledo 177 –  costituisce l’evento inaugurale della rassegna “Suoni da capogiro”, organizzata dall’Associazione Talenti Vulcanici in collaborazione con la Fondazione Pietà de’ Turchini.

Una nuova programmazione che, nell’ambito del progetto “Campania è” promosso dall’AGIS  e dalla Regione Campania, proporrà a Napoli, fino al prossimo 23 settembre tra le Chiese di Santa Caterina da Siena e San Rocco, ben 14 appuntamenti musicali perlopiù in “prima esecuzione assoluta”.

Si comincia con un evento speciale che, oltre allo  straordinario talento di Naomi Rivieccio (molto nota al grande pubblico per la sua brillante partecipazione ad un famoso talent show televisivo) potrà contare su un cast d’eccezione. Per questa occasione, infatti, i Talenti Vulcanici accoglieranno tra le loro fila i musicisti Marcello Scandelli (violoncello), Federico Bagnasco (contrabbasso) e Juan José Francione (liuto e chitarra).

FabioVacchi 1HIl programma musicale, ideato con la preziosa consulenza musicologica di Paologiovanni Maione, è dedicato ad un repertorio “cantatistico” di chiara matrice partenopea che fa esplicito riferimento ad alcuni componimenti in cui l’estro musicale di grandi compositori del passato venne sollecitato da figure mitologiche quali le ninfe e le sirene. Assai in voga tra il Seicento ed il Settecento, le “cantate” vantano “padri” illustri, come nel caso di Francesco Mancini, Domenico ed Alessandro Scarlatti,  Francesco Paolo Supriani, alla cui produzione musicale si è attinto per la costruzione di questa serata.

Un programma che, su questo tema, si arricchisce ulteriormente nel presentare un nuovo formidabile esempio di scrittura,  musicale e poetica, attraverso l’esecuzione, sul finale, del brano “Partenope l’eterna” composto,  su commissione della Fondazione Pietà de’ Turchini di Napoli, dal Maestro Fabio Vacchi (Bologna, 1949) su testo originale dello scrittore e poeta Giuseppe Montesano (Napoli, 1959), dei quali è annunciata la presenza in sala.

Ingresso libero (ad esaurimento posti). Consigliata la prenotazione per email a [email protected].  I prenotati in lista potranno, dalle 17.30 in poi, visitare gratuitamente gli spazi museali delle Gallerie d’Italia Info: tel. 081 7647400 www.talentivulcanici.it.

 

Crediti

26 giugno 2022 | ore 19.00
Gallerie d’Italia, via Toledo 177, Napoli

Partenope Eterna

Naomi Rivieccio, soprano

Ensemble Talenti Vulcanici
Marcello Scandelli, violoncello
Federico Bagnasco, contrabbasso
Juan José Francione, liuto e chitarra

Stefano Demicheli, clavicembalo e direzione

Consulenza musicologica Paologiovanni Maione

Prodotto da Talenti Vulcanici

In collaborazione con Fondazione Pietà de’ Turchini

Si ringraziano le Gallerie d’Italia – Napoli e Intesa Sanpaolo

Programma

Francesco Mancini (Napoli 1672 – Napoli 1737)
Là dove il bel Sebeto  – Cantata a voce sola e basso continuo

Domenico Scarlatti (Napoli 1685 – Madrid 1757)
Sonata K 322 in la maggiore – Allegro*
* Arrangiamento per liuto di Juan Josè Francione

Alessandro Scarlatti (Palermo 1660 – Napoli 1725)
Là nel bel sen della regal sirena  Cantata a voce sola e basso continuo

Francesco Paolo Supriani (Napoli 1678 – Napoli 1753)
Toccata decima per violoncello solo

Alessandro Scarlatti
Là dove a Mergellina  – Cantata a voce sola e basso continuo

Domenico Scarlatti
Sonata K 208 in la maggiore per clavicembalo – Adagio e cantabile

Fabio Vacchi (Bologna 1949)
Partenope l’eterna per soprano e clavicembalo*
Brano composto su commissione della Fondazione Pietà dei Turchini di Napoli su testo originale di Giuseppe Montesano

*prima esecuzione assoluta

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]