Monumento ai Garibaldini imbrattato e furto al cimitero di Santa Maria C.V, l’ira di Aveta

Condividi

Imbrattato con scritte e graffiti volgari il monumento ai Garibaldini in villa Comunale. Un episodio che ha scatenato l’ira del leader dell’opposizione, Raffaele Aveta, che insorge contro i vandali e l’incuria dell’Amministrazione comunale. “Quanto accaduto è vergognoso, il Sindaco Mirra intervenga subito contro chi deturpa la nostra Città e non osserva le regole. Serve maggiore sorveglianza e l’impiego di tutti gli strumenti tecnologici per tutelare il decoro e la bellezza cittadina. Sarebbe opportuno attivare fin da subito un progetto che coinvolga i percettori del reddito di cittadinanza per garantire maggiore controllo e cura della villa comunale. Già nel primo Consiglio comunale, con i consiglieri Crisileo e Talento, avevamo attirato l’attenzione dell’Amministrazione sulla situazione di degrado dei nostri monumenti, in particolare proprio su quelli dedicati ai caduti in villa comunale e piazza Matteotti. Chiediamo al Sindaco Mirra di adoperarsi per rimuovere con estrema urgenza le scritte offensive sul monumento in villa comunale; in mancanza di fondi, sono disponibile a farmi carico delle spese necessarie”. Ma non è l’unico episodio che conferma il degrado materiale e sociale che vige in Città. Infatti, al Cimitero di Santa Maria Capua Vetere è stata rubata una statua della Madonna all’interno della Cappella dell’Assunta. “Tolleranza zero nei confronti di chi non rispetta i beni comuni. La nostra Città – conclude Raffaele Aveta – è un patrimonio da custodire e valorizzare, rompiamo il muro dell’indifferenza!”

 

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]