Monti e Brancaccio “La Villa comunale di Napoli ai privati? Servono regole e trasparenza”

Condividi
“L’affidamento della villa Comunale di Napoli ai privati, per superare anni di degrado ed incuria, è buona notizia ma serve più serietà”. Così il manager ed imprenditore Riccardo Maria Monti e l’avvocato Gaetano Brancaccio, di ‘Insieme per Napoli’ e protagonista di mille battaglie, sull’idea dell’Amministrazione di assegnare a privati la villa comunale.
“I privati – dicono – sono sempre una risorsa ma per coinvolgerli, su valori che sono inestimabili, sarebbe preferibile una gara nazionale o internazionale e non una semplice, per quanto legittima, manifestazione di interesse. Il privato, se ci fosse una programmazione lungimirante, dovrebbe avere un ‘service level agreement’ cioè condizioni precise da rispettare pena la revoca della concessione.
“Serve un approccio manageriale per curare il patrimonio della città e non la logica della resa per incapacità, non la logica delle ‘anomale’ adozioni di marciapiedi e beni comuni.
Servono più regole e trasparenza” concludono.
loading...

NARDONE

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]