Mondragone, Cennami: lo sviluppo del territorio grazie alla semplificazione delle procedure amministrative

Condividi
E’ necessario uno snellimento ed una semplificazione delle procedure amministrative sostenute da una informatizzazione efficiente degli uffici che consentano e velocizzino l’accesso della rete dei cittadini ai servizi e agli sportelli.
Quanto già progettato con il consorzio per le aree di sviluppo industriale (ASI) di Caserta rappresenta un’occasione per realizzare le opere infrastrutturali, necessarie per il funzionamento delle strutture produttive che si allocheranno nelle aree cittadine già in precedenza individuate.
In seguito ad una sentenza del Tribunale Amministrativo della Campania del 2017, il Comune di Mondragone è diventato proprietario del complesso termale, un’opera iniziata e non completata. Nostro obiettivo sarà completare l’opera oltre che realizzare un progetto infrastrutturale del parco termale per consentirne la piena fruibilità.
Un settore di sviluppo economico ed occupazionale trascurato dalla precedente amministrazione è l’agricoltura. Con le trasformazioni tecnologiche degli ultimi tempi, gli operatori agricoli si sono organizzati in vere e proprie aziende. Pertanto il settore agricolo, soprattutto a Mondragone, da sempre terra di eccellenza per molte colture, può e deve rappresentare una importante fonte produttiva, economica ed occupazionale. L’impegno è di realizzare interventi di riqualificazione dell’area mercato (ex Idaac Foods), di regolarizzare l’assegnazione dei box in utilizzo agli operatori del settore. La Città, il territorio, gli operatori agricoli, i commercianti necessitano di quest’area, punto di incontro tra produttori e commercianti. E’ grazie agli operatori del territorio che l’Italia, l’Europa ed il mondo intero possono gustare ed apprezzare l’eccellente qualità dei nostri prodotti tipici (ortofrutta, vino, mozzarella).
Achille Cennami, candidato Sindaco per la PrimaVera coalizione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]