Missili su Polonia, Biden: “Improbabile” che il missile sia stato lanciato dalla Russia

Condividi

È “improbabile” che il missile che è caduto in Polonia sia partito dalla Russia.

Lo ha detto il presidente Joe Biden dopo l’incontro di emergenza a Bali con gli alleati.

“Questo è dovuto all’analisi della traiettoria ma non voglio dire che si sia già completata una vera indagine sull’accaduto”.

“Con gli altri leader abbiamo deciso, all’unanimità, di procedere prima con l’indagine per capire esattamente e poi decideremo collettivamente come rispondere”, ha aggiunto dopo la riunione di emergenza con gli alleati (G7 e Nato) a margine del G20.

Il ministero della Difesa russo nega di essere dietro l’esplosione e afferma che si tratta di una “provocazione deliberata volta all’escalation”

Il presidente polacco Andrzej Duda afferma che non ci sono “prove conclusive” su chi abbia lanciato il missile

Martedì la Russia ha lanciato una delle sue più grandi raffiche di missili contro l’Ucraina

La capitale Kiev è stata tra le città colpite, con funzionari che affermano che almeno una persona è stata trovata morta.

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres è “molto preoccupato” per l’esplosione del missile in Polonia e spera che venga condotta un’indagine approfondita, ha detto un portavoce delle Nazioni Unite in una nota.

“È assolutamente essenziale evitare l’escalation della guerra in Ucraina”, ha detto il portavoce Farhan Haq.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]