Mensa per i meno fortunati a San Ciro: il pane tutto dono di Sbarra

Condividi

A Cavalleggeri Don Giovanni, insieme a Sant’Egidio, ospita a pranzo più di 60 persone

NARDONE

Napoli, 20 mag. – Un sabato qualunque, una bella giornata di sole, tanti sono a mare… Tanti altri sono sempre al caldo, ma non quello del sole, bensì dei fornelli, a preparare pasta al forno e rostbeef. Perché? Perché a Cavalleggeri, nel salone della Chiesa di San Ciro, c’era una festa speciale, per degli ospiti speciali.
La comunità di Don Giovanni, con l’aiuto organizzativo della Sant’Egidio, ha ospitato a pranzo un gruppo di fratelli meno fortunati accorsi da tutto il quartiere. Non é stata una mensa, ma un vero e proprio momento di festa, con tanto di spettacoli di flamenco, karaoke e torta finale. É stato un pranzo familiare, si rideva e si scherzava, ci si raccontava e ci si prometteva di rivedersi al più presto.
Le famiglie del quartiere non sono si sono fatte carico della preparazione di un menù casereccio: pasta al forno, rostbeef con patate, frutta, dolci e torta, vino e coca cola. Davvero non mancava niente. Ma non si può stare a tavola al Sud senza il pane per la scarpetta, e se i nostri amici hanno potuto portarsene le buste anche a casa, é merito del panificio Sbarra e di Don Gennaro, il quale appena ha sentito della cosa, ha subito voluto dare il proprio contributo al quartiere, preoccupandosi di fornire non solo una parte del pane necessario, Come richiestogli, ma tutto quello che serviva.
Quella di oggi é una bella storia, un po’ in controtendenza: siamo abituati a leggere di commercianti arrivisti e di preti pedofili. Quella di oggi é invece una storia d’amore, di servizio e di solidarietà: la comunità di San Ciro, di Don Giovanni e Don Marcello, e la comunità di Cavalleggeri tutta di cui Sbarra é davvero un riferimento positivo fondamentale.
Forse le storie belle non fanno audience, ma le storie belle parlano ai cuori e aiutano a tenere vive le candeline nell’oscurità.
Proviamo a scrivere storie belle…

loading...

Mario Viglietti

21 anni di Napoli. Ex genovesino , studente di medicina alla facoltà SUN . Pensatore freelance , amante delle arti , politico per passione . Obiettivi : rendere servizio alla comunita ' .