Maxi-sequestro a Napoli, buste per la spesa non a norma

Condividi

Napoli, 23 giu. – La polizia municipale di Napoli ha sequestrato trecento mila buste per la spesa non a norma. Le buste, come prevede la normativa vigente, devono essere biodegradabili. Le verifiche sono state eseguite i alcuni depositi della zona orientale di Napoli. La polizia municipale ha avviato una proficua collaborazione con il Consorzio Assobioplastiche, rinforzata dal contributo fornito dall’Arpa Umbria per le analisi di campioni dei sacchetti sequestrati. La commercializzazione e l’utilizzo degli shopper non conformi alla legge è punita con sanzioni che vanno da 2500 euro a 25.000 euro.

NARDONE
loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]