Maxi Operazione, scambio di detenuti tra Italia e Romania

Condividi

Sono in totale 18 i latitanti arrestati che quest’oggi sono stati scambiati tra l’Italia e la Romania. L’operazione, condotta dal Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia (SCIP) della Direzione Centrale della Polizia Criminale, guidata dal Prefetto Vittorio Rizzi, avviene nel solco della sperimentata collaborazione operativa tra le polizie dei vari Paesi.

NARDONE

In particolare, con un volo charter partito da Roma e diretto a Bucarest, sono stati consegnati alle autorità romene nove detenuti che sconteranno il resto delle loro pene detentive nelle carceri di quel Paese.

Tratta inversa, da Bucarest a Roma, invece, per altrettanti 9 latitanti, arrestati in Romania dove si erano nascosti nel tentativo di sfuggire ai Mandati d’Arresto Europei emessi da sette Procure nazionali (Monza, Palermo, Roma, Tivoli, Torino, Treviso e Venezia).

La scorta per operare in sicurezza è stata garantita dal personale della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Penitenziaria in forza allo SCIP.

I 9 soggetti consegnati alla Giustizia rumena erano detenuti in Italia in attesa di estradizione e hanno importanti curriculum criminali che comprendono furti, rapine, traffico di sostanze stupefacenti, sfruttamento della prostituzione, tratta e commercio di schiavi ed omicidio: da domani sconteranno il resto della pena loro inflitta nei penitenziari rumeni.

1) CIOCAU Nicolae Ciprian, nato il 12.10.1977.

2) VELI Gemaidin, nato il 28.10.1992.

3) MINDIRIGIU Gabriel Victor, nato il 12.6.1978.

4) COSTACHE Amir Albert, nato il 1.4.2000.

5) ILIE Andrei Gabriel, nato il 30.11.1992.

6) MARKOCSAN Sebastian Costel, nato il 8.5.1978;

7) GIANTA Marian, nato il 03.09.1974.

8) LUNGU Ionel (alias BIRICA Mihaita Florinel), nato il 4.3.1983,

9) STANESCU Decebal, nato il 5.11.1979.

Saranno invece 8 uomini ed 1 donna i detenuti che rientrano in Italia, tutti latitanti con mandato di arresto europeo e con profili criminali di elevato spessore:

  1. VARGA Samuel David, nato in Romania 19.2.1996, attualmente colpito da Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Torino nel 2019 per furto aggravato in concorso e ricettazione;
  2. GALUSCA Dorel, nato in Moldavia il 25.09.1982, cittadinanza Moldava, arrestato in esecuzione di un provvedimento emesso nel 2013 dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Venezia per associazione di tipo mafioso, estorsione pluriaggravata dall’uso delle armi e dal metodo mafioso;
  3. MANCAS Alexandru Constantin, nato in Romania 22.5.1993, arrestato in esecuzione di un provvedimento emesso nel 2019, dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Roma, in quanto accusato di associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina;
  4. PAVEL Mihai Stefan, nato in Romania 29.9.1989, attualmente colpito da un provvedimento emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Palermo nel 2018 per rapina aggravata, lesioni personali e danneggiamento;
  5. FELIE Catalin Florin, nato in Romania il 2.11.1986, colpito da Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Tivoli nel 2020 per tentata estorsione in concorso;
  6. FELIE Bogdan Ionut, nato in Romania il 2.11.1986, colpito da Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Tivoli nel 2020 per tentata estorsione in concorso;
  7. NASTASA Gheorghita Marcel, nato in Romania il 10.3.1978, colpito da provvedimento emesso nel 2020 dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Torino per corruzione di minorenne.
  8. IONITA Mauricio Vasile, nato in Romania il 25.5.1997, attualmente colpito da Provvedimento emesso nel 2018 dal G.I.P. presso il Tribunale di Monza per furto e associazione per delinquere;
  9. STAN Monica nata il 17.7.1993 alias GHEORGHE Lidia nata in Romania il 28.2.1982, attualmente colpita da Provvedimento emesso nel gennaio 2021, dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Treviso per i reati di furto aggravato in concorso, rapina aggravata in concorso, omicidio preterintenzionale, lesioni personali volontarie in concorso.

L’attività odierna sottolinea ancora una volta l’efficacia della collaborazione tra gli uffici investigativi territoriali e lo SCIP, organismo interforze che funge da unico punto di contatto italiano per la cooperazione internazionale di Polizia, che garantisce un costante interscambio info-operativo globale e può contare su una rete di Esperti per la Sicurezza dislocata in oltre sessanta Paesi del mondo.

Rilevante è il bilancio operativo tra l’Italia e la Romania, infatti, tra il 2020 e questo scorcio del 2021, sono 78 i detenuti che dall’Italia sono stati estradati in Romania dove hanno proseguito la detenzione, e 77 quelli che al contrario essendo ricercati dal nostro Paese sono rientrati in Italia.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]