Manchester City e PSG in vetta: ecco le rose più preziose d’Europa

Condividi

Al di là di quanto accade sul campo c’è una sfida che ha visto due squadre in cima ad ogni classifica. Sono Manchester City e Paris Saint Germain che, oltre alla rivalità prettamente sportiva si affrontano anche sul piano dei conti e degli investimenti. Fuori dai discorsi del calcio giocato, infatti, c’è una lotta che parte dietro la scrivania da dirigenti, attraverso il calciomercato e nei libri delle finanze dei club più blasonati d’Europa. Il club inglese e quello francese sono due tra le squadre più forti d’Europa ma anche quelle che più hanno speso per creare una rosa stellare e tentare di vincere per la prima volta nella storia di entrambe una Champions. L’investimento complessivo, sommando il valore di mercato dei giocatori delle due rose che si avvicina ai due miliardi di euro, segnando così una delle edizioni del torneo più ricca di sempre.

Entrambe, infatti, partivano con i favori dei pronostici per la vittoria finale della coppa dalle grandi orecchie ma Mbappè e compagni, nella gara di ritorno contro il Real Madrid, sono stati travolti dai blancos e dovranno attendere un altro anno per tentare l’assalto all’Europa. Il City, invece, dopo la finale persa lo scorso anno contro il Chelsea sono i favoriti per la vittoria finale, come dimostrano le quote sulla vincente della Champions League 2022. Alle loro spalle Liverpool, Bayern Monaco e Chelsea.

Così, in attesa dei quarti della Champions League 2022, l’analisi si sposta nel valore delle rose delle squadre europee, City e Psg su tutte, appunto. L’investimento complessivo, sommando il valore di mercato dei giocatori delle due rose che si avvicina ai due miliardi di euro, segnando così una delle edizioni del torneo più ricca di sempre. Questo è infatti il totale sommando (dati Trasnsfermakt) il valore della rosa del PSG (909,55 milioni di euro) e del Manchester City (977,30 milioni di euro) che nel loro organico presentano giocatori del calibro di Mbappé, Neymar, Messi e Verratti da una parte e di De Bruyne, Sterling, Foden e Grealish dall’altra. E nelle due squadre il giocatore che ha il valore di mercato più alto di tutti è proprio la stella francese Kylian Mbappé con un prezzo fissato a 160 milioni di euro, mentre il più giovane e il più costoso è Phil Foden, prodotto del vivaio del City e classe 2000, con un valore di 85 milioni di euro. Così come il giovane più costoso della squadra di Parigi è il portiere italiano Gigio Donnarumma, classe ’99 e dal valore di 65 milioni di euro.

Quelle del City e del Psg sembrano squadre costruite al fantacalcio, in un assortimento di campioni stellare. Ma non è tutto oro quello che luccica. Se da una parte è vero che gli investimenti sono stati fuori da ogni umana comprensione, dall’altra c’è il dato crudele di quanto è stato ricavato da tutta questa fatica. E il Psg è maestro in questo perché in oltre dieci anni di presidenza di Nasser Al-Khelaifi e della Qatar Sport Investment sono stati spesi circa 1,405 miliardi di euro a fronte di 27 titoli nazionali e nessuno internazionale. I citizens, invece, sono stati acquistati nel 2008 dalla proprietà emiratina di Abu Dhabi Football Group e sono stati spesi fino ad oggi 1,939 miliardi di euro, vincendo “soltanto” cinque Premier, due coppe d’Inghilterra, sei coppe di Lega inglese, tre Community Shield ma nessun trofeo di rilievo internazionale.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]