Maddaloni, Fondazione Villaggio dei Ragazzi: Maturità con lode!

Condividi

Maddaloni, 15 lug. – Lusinghiero è l’esito degli esami di maturità che hanno avuto luogo al Villaggio dei Ragazzi. Le 15 maturità con 100 e 1 maturità con lode è un risultato eccezionale per le scuole della Fondazione caratterizzate da un’offerta formativa basata su percorsi didattici mirati a fornire le giuste motivazioni dei ragazzi. Gli studenti hanno visto riconoscere i propri meriti al termine di un percorso di studi fatto di impegno, di sacrificio ed abnegazione. I 16 “vanti” del Villaggio dei Ragazzi che hanno concluso il ciclo di studi con il massimo dei voti sono: Pierfrancesco Guida (Istituto Tecnico), Orsola Parrella (Istituto Trasporti e Logistica), Gaetano Tartaglione (Liceo Musicale e Coreutico), Michele Ciaramella, Marco Di Nuzzo, Assunta Mataluno, Vittorio Di Sena, Rosaria Trotta, Marika Favicchio, Anna Merola, Giuseppina Santonastaso e Maria Santonastaso (Istituto Alberghiero), Mariapia D’Antuono, Martina Orsacchiotto e Floriana Di Filippo (Liceo Linguistico). Citazione speciale per l’alunno Domenico Tunisino (Istituto Alberghiero), il quale, avendo conseguito la maturità con la votazione di 100 e Lode, si è rivelato il migliore studente su 139 diplomati. Un corpo docenti qualificato  ha consentito a questi meritevoli alunni di raggiungere un risultato prestigioso, frutto di una solida offerta didattica e di un lavoro dei docenti che, grazie ad un importante formazione didattica e culturale, hanno saputo trasmettere ai ragazzi una metodologia di studio basata sull’ approfondimento. Con la conclusione degli Esami di Stato e la pubblicazione finale degli scrutini, si è chiuso l’anno scolastico 2016/2017 nelle scuole superiori del Villaggio dei Ragazzi. La tradizionale “Cerimonia di Merito”, dedicata ai neo diplomati con il punteggio massimo, è prevista per il mese di Settembre.

NARDONE
loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]