Maddaloni, al via gli appuntamenti con le Domeniche dell’Arte al Complesso De Commendatis

Condividi
MADDALONI (Caserta) – Dopo la pausa estiva tornano gli appuntamenti delle Domeniche nell’Arte promosse dal CAB della Diocesi di Caserta, guidato da don Valentino Picazio.
L’appuntamento è nuovamente a Maddaloni dopo lo scorso 5 maggio, occasione in cui si ebbe la visita guidata alla chiesa di Santa Margherita vergine e Martire e poi una passeggiata libera nell’antico borgo dei Formali alla scoperta dell’architettura dell’acqua. Questa volta l’appuntamento per la promozione della storia, dell’arte, dell’architettura e delle tradizioni del territorio maddalonese è concretata al complesso del Convento Santa Maria de Commendatis e Museo Civico , con la dott.ssa Maria Rosaria Rienzo già Direttore del Museo Civico ed oggi principale animatore dello stesso, ed in collaborazione con l’Associazione Culturale Musicale ONLUS “Aniello Barchetta” di Maddaloni, diretta dal Maestro Antonio Barchetta che periodicamente organizza visite guidate e/o organizza eventi nella chiesa del complesso monastico.
L’appuntamento è per domenica 27 ottobre 2019 dalle ore 15,30 alle ore 17,30.
Ad accogliere gli intervenuti, all’undicesimo incontro, in occasione della seconda edizione de “Le domeniche dell’arte”  saranno oltre a don Valentino Picazio, responsabile del CAB diocesano, anche la dott.ssa Maria Rosari Rienzo e il Maestro Antonio Barchetta.
L’invito all’iniziativa, oltre che a catechisti, insegnanti di religione, appassionati d’arte è rivolto a tutti i cittadini, essendo libero l’ingresso oltre che gratuito. Inoltre nel corso del pomeriggio sarà sorteggiato un libro da regalare a un partecipante offerto dall’Associazione Culturale Musicale ONLUS “Aniello Barchetta” di Maddaloni.
Per le altre info sul Cab si rimanda alla pagina social facebook e a quella dell’Associazione “Aniello Barchetta” facebook.
loading...

NARDONE

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]