Luvo Barattoli Arzano in casa della corazzata Melendugno

Condividi

ARZANO – Prima trasferta stagionale per la Luvo Barattoli Arzano. La gara sul campo dell’ambiziosa Melendugno, grintosa neopromossa con il roster arricchito da giocatrici di categoria che punta ad un ulteriore salto di categoria. Insomma uno di quei banchi di prova che piacciono tanto a coach Piscopo ed alle sue ragazze che vogliono verificare quale può essere il loro ruolo in questo campionato.

NARDONE

Valeria Piscopo
Valeria Piscopo

“Stiamo bene e siamo pronti per questa prima trasferta abbiamo tutti i tasselli al loro posto ed abbiamo lavorato sodo per affrontare in casa loro la squadra che insieme a Marsala appare più accreditata al salto di categoria”.
Le due squadre sono reduci da prestazioni convincenti nella prima giornata di campionato. Il Melendugno ha conquistato un punto in casa della Fiamma Torrese arrendendosi al quinto set dopo essere stato in vantaggio per due volte. Tutto facile invece per la Luvo Barattoli contro la Desi Palmi superata per 3-0.

Sono tante le giocatrici del Melendugno che in passato hanno già affrontato l’Arzano Volley, fra le quali: Adriana Kostadinova la palleggiatrice  Ananlisa Mileno, la mano pesante Emanuela Morone e Joneda Alikaj. Della partita sarà anche la capitana Fabiana Antignano che ha recuperato dopo l’infortunio.

“Abbiamo giocato tante volte contro queste giocatrici, alcune vantano un passato in serie A. Tanti incontri anche con l’allenatrice Ida Taurisano che merita grande stima. Sarà sicuramente una bella gara e non vediamo l’ora di giocarla” conclude coach Antonio Piscopo.
La gara in programma domani (sabato 23 ottobre 2021) al palazzetto di Otranto (in via Alimini) sarà trasmessa in diretta sulla pagina Facebook della pallavolo Melendugno e condivisa su quella dell’Arzano Volley a partire dalle ore 17.30. Arbitri dell’incontro Marcello Rutigliano e Denise Bianchi.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]