Luca Barbarossa Apre Dopodomani La Dodicesima Edizione Di Segreti D’autore

Condividi

Il concerto sarà preceduto dalla presentazione di “Soli”, il nuovo libro di poesie napoletane di Massimo Perrino. Letture dell’attore Claudio Di Palma.

 

Toccherà a Luca Barbarossa inaugurare dopodomani la dodicesima edizione di “Segreti d’Autore”, il Festival ideato da Ruggero Cappuccio e diretto da Nadia Baldi. Alle 21.30 nel palazzo Coppola di Valle/Sessa Cilento (Sa), il cantautore romano sarà protagonista, anche attraverso un dialogo con la regista Nadia Baldi, del concerto “Non perderti niente”, ispirato all’omonimo romanzo autobiografico pubblicato nel 2021 da Mondadori.  Un libro che racconta un percorso di vita fatto di incontri sorprendenti, avventure inaspettate, passioni e sogni realizzati. Lo spartito di un’esistenza, con la musica a fare da colonna sonora e la chitarra come fedele compagna di viaggio. Per uno spettacolo intimo e raffinato, nel quale le canzoni si alterneranno agli aneddoti di vita. Sapendo che “non siamo su un binario verso il prevedibile, possiamo scegliere l’inaspettato e rischiare di vivere, andando fuori pista, fuori onda, a qualsiasi età”. In fuga, per non mancare all’appuntamento con l’imprevisto.

Nadia Baldi
Nadia Baldi

Il concerto di Luca Barbarossa sarà preceduto dalla presentazione di “Soli” (Graus Edizioni), il nuovo libro di poesie napoletane del giornalista Massimo Perrino, ex portavoce del presidente del Senato e responsabile dei rapporti con la stampa del Campania Teatro Festival. L’appuntamento verrà impreziosito dalle letture dell’attore Claudio Di Palma.

 L’ingresso è gratuito, ma su prenotazione e fino ad esaurimento posti, come avviene per tutti gli eventi di “Segreti d’Autore”, Festival riconosciuto dal Ministero della Cultura e finanziato dalla Regione Campania, con Sessa Cilento comune capofila della manifestazione e la collaborazione della Provincia di Salerno. La prenotazione va effettuata all’indirizzo [email protected] . Si riceverà una mail di conferma che dovrà essere esibita, in forma cartacea o tramite cellulare, al personale del Festival.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]