Lotta al Covid, l’Azienda Ospedaliera Marche Nord si dota del robot ad ultravioletti grazie alla Commissione Europea

Condividi

Capalbo: iniziativa possibile grazie alla collaborazione e al supporto dell’Osservatorio Sanità Digitale di Aidr

 

NARDONE

In arrivo presso l’Azienda Ospedaliera Marche Nord, il robot in grado di disinfettare le stanze di degenza ospedaliera utilizzando la sola luce ultravioletta. Lo strumento, fornito gratuitamente dalla Commissione Europea, assicurerà un ambiente sterile in corsia riducendo il rischio di diffusione del Covid -19 per il personale sanitario e i degenti. La dotazione è stata resa possibile grazie alla collaborazione e al supporto dell’Osservatorio Sanità Digitale dell’Associazione Italian Digital Revolution – Aidr. “Siamo davvero grati ad Aidr per essersi fatta portavoce di questa importantissima iniziativa promossa dalla Commissione Europea – ha sottolineato Maria Capalbo, direttore generale dell’azienda ospedaliera Marche Nord. Attraverso questo apparecchio di ultima generazione, sarà possibile disinfettare autonomamente stanze di dimensioni standard in appena 15 minuti riuscendo a sanificare 18 stanze con una sola carica (2 ore di autonomia). “La tecnologia – ha sottolineato Andrea Bisciglia, cardiologo e responsabile dell’Osservatorio Sanità Digitale di Aidr è un’alleata preziosa nella lotta al Covid- 19. La nostra associazione, nello spirito di servizio e di diffusione della cultura digitale, si è messa a servizio delle istituzioni, creando così un ponte con l’Europa, facendosi portavoce della lodevole iniziativa della Commissione Europea, che ha acquistato oltre 200 robot in grado di sanificare i locali in pochi minuti. Alcuni robot – sottolinea Bisciglia sono già stati consegnati agli ospedali dei Paesi Europei che ne hanno fatto richiesta, ma ci sono ancora delle disponibilità. Aidr, conclude Bisciglia è disponibile a collaborare e supportare i presidi ospedalieri italiani che sono ancora interessati alla dotazione della strumentazione, promossa dalla Commissione Europea.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]