L’indecoroso silenzio dei media per i funerali di Davide Giri

Condividi
anna tortora
Anna Tortora

Si sono svolti, ieri, i funerali di Davide Giri, lo studente italiano ucciso negli Stati Uniti da un razzista.
L’ unico a parlare del suo funerale è stato il giornalista napoletano Gerardo Verolino.
“Intanto, oggi, nel silenzio generale e senza che fosse presente nessun rappresentante dello Stato, si sono svolti ad Alba i funerali di Davide Giri, il valoroso dottorando italiano della Columbia University ucciso, crudelmente e senza un motivo, da un afroamericano a New York. Nessun telegiornale ne ha parlato. Non ci sono link sui siti più popolari che riportano la notizia. E nessun politico nazionale ha voluto ricordarlo e onorarlo come si deve. Questa  reticenza è dovuta al fatto che Giri è stato ucciso da un uomo di colore e non è politicamente corretto, in questi tempi ipocriti di piatto conformismo, accusare un nero (anche se uccide un italiano). Per Floyd tutti in piedi (o inginocchiati). Per Giri, nessuno, nessuno, nessuno. Vergogna!”
Voglio anche ricordare che della uccisione di Davide ne abbiamo scritto solo io e, forse, altri due colleghi. Questo è indicativo di cosa è diventata l’informazione italiana.
Davide era un ragazzo che studiava fuori, figlio amato dai suoi genitori e ammazzato da un folle razzista.
Certo, in linea con le brutture di oggi, dove si urla in TV e si decanta amore per il prossimo per poi pugnalarlo alle spalle, la morte e funerali di Davide sono passati inosservati.
Basta ipocrisie.

Anna Tortora

Nata a Nola. Si è laureata alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale. Le sue passioni sono la politica, la buona tavola, il mare e la moda. Ha militato per diversi anni in Azione Giovani e poi in Alleanza Nazionale. Accanita lettrice, fervente cattolica e tifosa del Milan.