Lega Napoli: “macchia per la città avere De Majo in Giunta. Si dimetta”

Condividi

“Facciamo nostra l’indignazione espressa dalla comunità ebraica di Napoli nel leggere il nome di Eleonora De Majo in giunta nella terza città d’Italia. De Magistris si riempie la bocca di frasi del tipo “Napoli città dell’accoglienza, della tolleranza ed antirazzista” e poi non esita a nominare in giunta una persona che in passato non ha nascosto le sue aspre ed ortodosse posizioni nei confronti dello Stato di Israele, quasi a sfociare nell’antisemitismo. Da napoletani ci vergogniamo di essere rappresentati da un personaggio simile e chiediamo a De Magistris di fare chiarezza. Questa nomina rappresenta una macchia indelebile per la città. La memoria di tante vittime innocenti del passato non può essere calpestata così. Ci aspettiamo a breve le dimissioni dell’assessore alla Cultura, idealmente incompatibile con il ruolo che le è stato assegnato”.

NARDONE

E’ quanto dichiara in una nota l’avv. Simona Sapignoli, coordinatrice cittadina della Lega Napoli.

Caro lettore, ilmonito.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] - Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]