‘Le sette opere di misericordia – Un segreto svelato’, Caravaggio ispira la penna di Giacomo Pietoso

Condividi

Napoli, 15 ottobre – Un romanzo sul senso della vita e della scoperta. Questo il cuore di ‘Le sette opere di misericordia’ – Un segreto svelato, dello scrittore Giacomo Pietoso.

NARDONE

Michelangelo Merisi ispira la penna del poeta di Acerra, illuminando il mondo interiore del lettore.

Al centro della vicenda il quadro ‘Le sette opere di misericordia’, esposto secondo racconto, al Museo dell’Orsay di Parigi.
A svelarne una più profonda lettura sarà un cieco, abile nel mostrare al mondo una nuova scoperta fatta in un momento d’estasi dettato dagli occhi dell’anima.
Il quadro rivela un significato profondo e universale, chiamando l’uomo alla rivalutazione della pietas e della consapevolezza dell’amore che tutto guarisce, anche la cecità (reale e metaforica).
Lo comprende bene Jack, il protagonista del romanzo, rimasto vittima di un incidente e per questo dopo il coma, trasferito a Parigi, sua città di origine.
Un viaggio in treno guiderà Jack verso nuovi incontri, accompagnandolo alla scoperta dei sentimenti del cuore.
Parigi, descritta nei minimi particolari, è coprotagonista delle pagine del libro di Giacomo Pietoso: dolce, suadente, misteriosa, accompagna la mano di Jack nel suo viaggio personale.
Si guardano così negli occhi, i drammi dell’umanitá: dal terrorismo alla disabilità, fino ad arrivare all’immigrazione e al razzismo.
Il quadro di Caravaggio é la tela che rappresenta i disagi del mondo con i suoi vizi e la possibilità di riscatto.

Nasce un messaggio di sensibilizzazione, un’esaltazione a ricominciare e ripartire da zero, in qualunque momento ci si ritrovi nella storia personale e universale: “Lo zero non è solo un numero naturale. Lo zero é anche un punto di inizio e demarcazione tra valori positivi e negativi. Allegoricamente potremmo paragonare la sua forma circolare alla vita e alla personalità, mentre il contenuto al suo interno è tutto ciò che ci identifica attraverso quelle scelte che quotidianamente facciamo. Ecco, in questa vita nuova, la cosa che più desideravo era quella di essere libero”, asserisce Jack.

Il Monito di Giacomo Pietoso e di Caravaggio diventa unico: “Prometti sempre a te stesso di far vincere l’Amore oltre ogni fantasma”.

Il libro, tratto da una storia vera ed edito Albatros, sarà presentato in anteprima nazionale giovedì 17 ottobre, presso La Feltrinelli Village a ‘Le Porte di Napoli’, Afragola, ore 17.30.

 

 

 

loading...

Pina Stendardo

Giornalista freelance presso diverse testate, insegue la cultura come meta a cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.