“Le quattro dimensioni della Digitalizzazione e le Biblioteche del futuro” la SSIP racconta un percorso iniziato nel 1885 e proiettato nel futuro

Condividi

“Le quattro dimensioni della Digitalizzazione e le Biblioteche del futuro” è l’appuntamento organizzato presso la sede della Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli e delle materie concianti (SSIP) che ha il suo headquarter nel comprensorio Olivetti di Pozzuoli.

La SSIP è un Organismo di Ricerca Nazionale delle Camere di Commercio di Napoli, Pisa e Vicenza. Operando dal 1885, a supporto di tutte le aziende italiane del settore conciario con attività di ricerca e sviluppo, formazione, certificazione di prodotti e processi, analisi, controlli e consulenze, ha un archivio di volumi, testi e documenti dall’inestimabile valore storico e scientifico.

quattro dimensioniPer valorizzare questo patrimonio, per metterlo a disposizione delle imprese, degli studiosi, delle Istituzioni e dei giovani, perché dalla tradizione si costruisca futuro, è organizzato l’evento. L’evento in streaming potrà essere seguito dalla pagina Facebook della SSIP.

Aprirà, alle 9 e 30, i lavori Edoardo Imperiale, Direttore generale Stazione Sperimentale Industria Pelli.

Sono previsti nella prima sessione, gli interventi di Fulvia Bacchi, Direttore UNIC “La conceria Romana di Pompei come patrimonio culturale da valorizzare, e l’importanza di una biblioteca storica per il settore conciario”, di Daniela Savy, Responsabile protocollo tra MANN e Dipartimento di Giurisprudenza, Università Federico II “Valorizzazione del patrimonio degli istituti culturali a livello nazionale ed internazionale, raggiunta tramite interventi di digitalizzazione”, di Francesco Bifulco, Ordinario di Economia e Gestione delle imprese, Coordinatore Corso di Studi Magistrale in Management del Patrimonio Culturali “Percorsi di formazione nell’ambito della valorizzazione del patrimonio culturale”, di Giovanni De Simone, Direttore CNR Roma Unità Biblioteca, “Esperienza di Biblioteca della Scienza e tecnica del CNR”, di Mariarosaria Aletta, Biblioteca Centrale CNR sede di Napoli, “Importanza della collaborazione interbibliotecaria”, di Rosa Parlavecchia, Docente Biblioteconomia e Bibliografia Università di Salerno, “Biblioteche sostenibili verso l’Agenda 2030”, di Michele Tomaselli, Già Direttore scientifico della Stazione Sperimentale Industria Pelli “L’importanza della documentazione tecnico-scientifica durante lo sviluppo delle attività negli ultimi 50 anni di storia della SSIP”.

Nella seconda sessione animeranno la Tavola rotonda Progetto Biblio_ArCCa “Biblioteca come bene culturale e comune: le quattro dimensioni della digitalizzazione e il futuro delle biblioteche”, Rosanna Romano, Direzione Generale Politiche culturali e Turismo, Regione Campania “Strumenti digitali innovativi: Sistema Informativo Culturale “Move to cloud” e piattaforma “Ecosistema Digitale Cultura Campania”, Carmelina Grosso, Responsabile Biblioteca e Centro Documentazione SSIP “Risultati Progetto Biblio_ArCCa e maggiore facilità di accesso alla conoscenza, mediante rinnovamento tecnologico dei servizi bibliografici”. E’ prevista la partecipazione della Scabec della Regione Campania.

Modererà i lavori Francesco Marrazzo, dell’Università di Napoli “Federico II”.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]