Lavoro, Palmeri: Dalle ceneri della ex Moccia di Montesarchio rinasce il futuro per i lavoratori

Condividi

E’ chiuso da ottobre 2018 il laterificio Moccia, a Montesarchio (BN)che ha cessato l’attività lasciando nello sconforto decine di famiglie.

Come in altre crisi simili si è respirato un clima di disperazione, ma questa volta si può narrare un lieto fine. La Regione Campania ha supportato in materia determinante la nascita di 2 nuove realtà ,proprio da quella esperienza di crisi.

Abbiamo costruito insieme ai lavoratori un nuovo percorso professionale, contribuendo a realizzare il loro sogno!

Tutti i lavoratori si sono organizzati in 2 cooperative di lavoro utilizzando una misura della Regione Campania Worker Byout, che finanzia ciascuna idea progettuale fino a 300 mila euro.

Sono nate 2 idee d’impresa, la prima di produzione di materiali di bioedilizia assolutamente rivoluzionario di canapa e argilla, il secondo una produzione di vasi tipici di Montesarchio, accompagnati da una scuola di recupero dei vecchi mestieri.

Oggi c è GIOIA e CORAGGIO. Oggi inizia una nuova avventura! Auguriiiii

Regione Campania con le sue misure contribuisce sempre più a sviluppo e occupazione .

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]