Lavori “Salerno Porta Ovest”, turismo in pericolo. Cirielli (FdI): “De Luca resta in silenzio. Giovannini e il governo intervengano immediatamente”

Condividi

“Considero irrazionale e dannosa per l’intero comparto turistico, già grandemente danneggiato dal covid e dai lockdown, la scelta di completare i lavori di scavo della galleria nord dell’opera “Salerno Porta Ovest” proprio nel bel mezzo della stagione estiva. Non esiste, infatti, alcuna urgenza che possa giustificare questa irragionevole decisione che – alla luce del conseguente e dovuto provvedimento adottato dal Prefetto di Salerno, dottor. Francesco Russo, con il quale il transito dei mezzi pesanti in alcune tratte dell’autostrada A3 Salerno-Pompei-Napoli viene interdetto dal 7 luglio al 7 settembre 2022 – costringe di fatto i mezzi con massa superiore alle 7,5 tonnellate a transitare per Salerno, Cava de’ Tirreni e Vietri sul Mare, creando un enorme caos nella circolazione veicolare, a danno di cittadini e turisti che, proprio attraverso il paese della Ceramica, per chi proviene da sud, possono poi raggiungere anche le altre località della Costa d’Amalfi”. Lo dichiara il Questore della Camera e deputato campano di Fratelli d’Italia, Edmondo Cirielli. “Il turismo è evidentemente in pericolo, mentre il governatore De Luca, nella fretta di portare a termine opere pubbliche, resta in silenzio, incurante delle disastrose conseguenze economiche che questa scelta può generare sullo stesso capoluogo di provincia, danneggiandolo pesantemente, oltre a rendere enormemente difficoltoso il deflusso degli autoveicoli anche verso la Costiera Cilentana. Il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, e il governo intervengano immediatamente studiando in maniera non superficiale tutte le ipotesi alternative, al fine di scongiurare il pericolo di ripercussioni negative su ambiente, economia e turismo a Salerno e provincia”, conclude Cirielli.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]