Lavoratori Bros in Procura a Napoli: presentati oltre 150 esposti denunce

Condividi

“Questa mattina abbiamo presentato alla Procura della Repubblica oltre 150 esposti denunce” così in una nota i disoccupati del Movimento Collocabili BROS che stamattina si sono recati al Centro Direzionale presso gli uffici della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli.

NARDONE

“Abbiamo inteso in questo modo da un lato a dare una risposta all’arroganza del v.Presidente della Giunta Regionale della Campania, Fulvio Bonavitacola, che ieri si è negato al confronto, e dall’altra abbiamo voluto evidenziare alla Procura un procedimento amministrativo che presenta diverse zone d’ombra.

Anche la seconda fase del Piano di inserimento lavorativo per i lavoratori della Platea BROS, così come già era accaduta per la prima, sta andando avanti in una modalità che non garantisce trasparenza e legalità.

In particolare ravvisiamo nel comportamento della Regione Campania una modalità di gestione dei 10 milioni di euro inviati dal Ministero del Lavoro  davvero strana. Come è possibile che la selezione per avviare al lavoro i disoccupati la debbano fare i privati soprattutto se la regione a monte non ha fissato i necessari criteri di selezione.

Noi stiamo chiedendo solo trasparenza e legalità, termini che sembra che dalle parti di Santa Lucia siano del tutto sconosciuti se si rifiutano anche di dare spiegazione.

La nostra lotta -conclude la nota- non finisce qui e continuerà nelle prossime ore con altre iniziative perchè questa volta non resteremo a casa senza motivo”.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]