Laura Boldrini: una ne pensa cento ne combina

Condividi
anna tortora
Anna Tortora

Laura Boldrini non perde occasione per far parlare di sé. Stavolta non si tratta di domestiche e collaboratrici sottopagate e maltrattate, ma di inviti un po’ strani…
“Laura Boldrini, presidente della Sottocommissione per i Diritti umani della Camera dei deputati, ha invitato due organizzazioni terroristiche palestinesi e un personaggio condannato per terrorismo a parlare di diritti umani.
Un po’ come invitare Totò Riina a parlare di lotta alla mafia.
Una nota dell’Ambasciata israeliana in Italia stigmatizza decisamente lo schifo di «un terrorista condannato e di due organizzazioni terroristiche come Al-Haq e Addameer, entrambe parte dell’organizzazione terroristica Fronte popolare per la liberazione della Palestina (Fplp), formalmente invitate a parlare davanti alla sottocommissione per i diritti umani del Camera dei deputati presieduta dall’On. Laura Boldrini».
Tanto per capire lo sfregio fatto, ricordo che questa gente, fra gli altri crimini, si è macchiata dell’assassinio della giovane israeliana Rina Shnerb.”
Giancarlo Lehner, giornalista e già parlamentare della Repubblica

E ancora…
“Mentre l’Italia affoga, nel silenzio complice di una stampa faziosa, nell’illiberalismo più cupo, ieri, i due esponenti politici nella foto, Laura Boldrini ed Emanuele Fiano, entrambi del Pd, si sono resi protagonisti di due fatti poco edificanti (maldestro nel caso di Fiano?) che lasciano esterrefatti. La signora Boldrini ha invitato alla Camera un noto terrorista palestinese a parlare di diritti umani (sic) mentre Fiano ha tributato onori, sulla sua pagina Facebook, al nuovo presidente cileno il paleocomunista Gabriel Boric che definisce Israele come uno Stato assassino e genocida e che minaccia i diciottomila componenti della comunità ebraica cilena. Da sinistra, ancora una volta, niente di buono.”
Gerardo Verolino, giornalista

I miei illustri colleghi hanno illustrato ottimamente le performance della ex Presidente della camera, talmente amata dagli italiani che, nel 2018, ha preso una manciata di voti ed è (purtroppo) in Parlamento grazie al ripescaggio.
Neanche questo palese malcontento da parte dei cittadini ferma la Boldrini che, imperterrita, continua nelle sue azioni imbarazzanti.
“La Boldrini ci fa litigare con Israele perchè deve dialogare con Ong palestinesi denunciate come sostenitrici di terroristi.”
Francesco Storace, giornalista ed ex ministro della sanità

Anna Tortora

Nata a Nola. Si è laureata alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale. Le sue passioni sono la politica, la buona tavola, il mare e la moda. Ha militato per diversi anni in Azione Giovani e poi in Alleanza Nazionale. Accanita lettrice, fervente cattolica e tifosa del Milan.