“L’altro piano” di Antonio Facchiano (Graus Edizioni)

Condividi

L’altro piano (Graus Edizioni, pp. 168) è un thriller tenero e feroce, lucida e accorata denuncia dei drammi collegati al traffico clandestino di organi.

NARDONE

Viene raccontata la storia di Filippo, impegnato contro lo sfruttamento dei minori in Africa. Filippo vive nel senso di colpa per la perdita di sua moglie e la scomparsa di suo figlio Giacomo. La sua vita viene improvvisamente travolta da un ricatto da parte di predoni africani, coinvolti in traffici internazionali di organi espiantati a bambini africani.

Filippo mette in atto un piano per fronteggiare il ricatto, aiutato da persone selezionate dall’amico Don Tommaso. Tra queste spicca Diana, giovane informatica in cerca di una nuova vita, che si affezionerà teneramente a Filippo. Quest’ultimo cercherà di riscattare la propria vita e il proprio passato, tra colpi di scena inaspettati e un finale che risolverà ogni dubbio. La storia del protagonista si intreccia con quella del piccolo Robin, affetto da una patologia cardiaca che lo costringe ad affrontare un trapianto di cuore.

Antonio Facchiano firma un romanzo-denuncia sull’atroce realtà del traffico clandestino di organi, sullo sfruttamento minorile di bambini africani e sulla criminalità organizzata che, attraverso manovre illecite e coinvolgimenti internazionali, riesce a ricavare immensi giri di denaro sporco.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]