La riforma Cartabia in Senato. Sciopero dei magistrati il 16 Maggio

Condividi
anna tortora
Anna Tortora

“Si terrà il 16 maggio il preannunciato sciopero dei magistrati contro la riforma Cartabia dell’ordinamento giudiziario e del Csm. Intanto, in un appello inviato alla mailing list dell’Associazione nazionale magistrati, decine di toghe attaccano i vertici dell’associazione.”
Ermes Antonucci, giornalista de Il Foglio

“Lo sciopero indetto dai magistrati per protestare contro la riforma Cartabia e’ inopportuno e sintomatico di come la magistratura continui arrogantemente a ignorare la separazione tra i poteri, volendo a ogni costo preservare i propri privilegi e lo status quo a dispetto di qualunque tentativo di riforma da parte della politica.
È nostro compito legiferare e rendere il sistema giustizia più giusto, efficiente e trasparente. I giudici se ne facciano una ragione. Tra l’altro la riforma è fin troppo blanda! Cosa sarebbe successo se si fosse intervenuti per spezzare davvero il potere delle correnti?
Quest’arroganza dimostra come sia fondamentale andare a votare ai referendum sulla giustizia del 12 giugno.
La riforma Cartabia è un passo in avanti ma non risolutivo dei problemi della giustizia. Per questo è fondamentale andare a votare al referendum del 12 giugno!”
Gabriella Giammanco, Forza Italia

“La riforma che non riforma Il Parlamento, difende la casta dei magistrati. Sono Passati 39anni dall’arresto e la condanna di un innocente Enzo Tortora e la promozione di chi gli ha distrutto la vita. Una casta senza controllo! Stessa sorte capitata a molti cittadini comuni che non hanno avuto la possibilità di difendersi. Nel silenzio generale dei media. E ovviamente giudici e Pm nulla pagarono, anzi fecero carriera. Nulla è cambiato da allora ! Solo con i REFERENDUM sarà possibile scardinare questo sistema vergognoso tutto italiano.”
Da un post di Italia Viva, sede di Imperia

“Ve lo dico da magistrato: non aderiro’ all’ennesimo sciopero corporativo e politico proclamato dall’Associazione nazionale magistrati. La “riforma” Cartabia è indecente perché fasulla e inutile, non sfiora nemmeno il devastante problema dello strapotere giudiziario ma la magistratura non è titolata a opporvisi. La magistratura è chiamata ad applicare le leggi, non ad opporvisi!”
Luigi Bobbio, magistrato e già senatore della Repubblica

“Ci sono errori di valutazione su soluzioni proposte e pericoli di rafforzamento delle correnti; elemento positivo il no alle porte girevoli; occorre far prevalere il merito nella scelta dei magistrati e non gerarchizzare i pm; regole certe per il Csm, la cui riforma passa al Senato, dopo l’approvazione della Camera”.
Piercamillo Davigo, ex magistrato e membro del Csm

“Parlano come nei film di Albanese. E alla fine a prevalere è sempre l’esigenza corporativa”.
Paolo Itri, Pm, sull’Anm

“Dai dati sulle ingiuste detenzioni per arrivare al caso Palamara: davanti a tutto questo diventa difficile capire da dove l’Anm tragga la legittimazione, anche sul piano morale, a opporsi in questo modo alla riforma Cartabia.”
Astolfo Di Amato, ex magistrato ed ex membro del Csm

“Sono pacifisti. Le uniche guerre che fanno sono quelle delle toghe.”
Antonio Polito, editorialista del Corriere della sera

Anna Tortora

Nata a Nola. Si è laureata alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale. Le sue passioni sono la politica, la buona tavola, il mare e la moda. Ha militato per diversi anni in Azione Giovani e poi in Alleanza Nazionale. Accanita lettrice, fervente cattolica e tifosa del Milan.