La Questura di Avellino celebra la ricorrenza del Santo Patrono della Polizia di Stato

Condividi

Avellino, 30 set. – Nella storica, suggestiva cornice  del Palazzo Abbaziale di Loreto di Mercogliano si è celebrata nella mattinata di ieri la festività di San Michele Arcangelo. L’evento che ha costituito un momento particolare di unione e di preghiera per tutto il personale della Polizia di Stato e dell’Amministrazione Civile dell’Interno,in servizio ed in congedo, ha visto la partecipazione del Prefetto di Avellino Maria Tirone, delle massime autorità civili e militari della Provincia e di una rappresentanza dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato. Alla  celebrazione, il cui rito religioso è stato officiato dall’Abate di Montevergine,  Riccardo Luca Guariglia,  hanno partecipato i familiari delle vittime  invitati per l’occasione. Nel corso di un breve saluto agli ospiti, il Questore, dr. Luigi Botte, ha tra l’altro  invocato l’intercessione di San Michele, affinché di fronte alle difficoltà ed ai rischi quotidiani connessi al proprio lavoro, gli appartenenti alla Polizia di Stato, possano mantenere sempre la necessaria abnegazione e determinazione nel  continuate a servire il cittadino,  nel difendere i deboli e la legalità. Il Questore ha, altresì, rivolto un commosso ricordo ai caduti della Polizia ed un  abbraccio ai loro familiari. La celebrazione è stata  allietata dai canti gregoriani del Coro della  Chiesa del Santuario di Montevergine.

NARDONE
loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]