La necessita di avere un quadro normativo per il gioco online

Condividi

Il gioco d’azzardo, soprattutto quello praticato online sui diversi gestori e bookmaker telematici, costituisce un’importante voce nei bilanci economici dei paesi Europei; ciò nonostante, ancora oggi non esiste una normativa unitaria sul gioco e ciascun paese è libero di prevedere norme specifiche per regolamentare il settore; con effetti talvolta deleteri per le aziende del mercato e per gli stessi cittadini.

NARDONE

Per questo l’EGBA, – European Gaming and Betting Association -, massimo organo del gioco europeo, ha ribadito alla Commissione Europea quanto sia importante sempre più avere un sistema unico a tutela dei diritti dei milioni di giocatori online.

«LA EGBA accoglie con favore l’impegno della Commissione Ue per il mercato unico, ma il diritto dell’Unione dovrebbe essere applicato maggiormente in tutti i settori, compreso il gioco d’azzardo online». A parlare è Maarten Haijer, segretario generale della European Gaming and Betting Association (l’associazione che riunisce le principali società di gioco online in Europa). Haijer è intervenuto dopo l’approvazione delle linee guida per una serie di interventi volti a migliorare la prestazione del mercato unico e ad assicurare il rispetto di regole di equa concorrenza all’interno della Ue e nel mercato globale. «Il mercato unico dell’Ue non può funzionare correttamente senza una maggiore applicazione delle sue regole – si legge in una nota pubblicata da Slotsgratisonline.itTale applicazione è particolarmente necessaria nella sfera online anche perché i cittadini dell’Ue vi trascorrono molto del loro tempo ad acquistare beni, servizi e a cimentarsi in attività di intrattenimento, come il gioco». Secondo l’EGBA, dunque, «la necessità di un’applicazione più stringente è particolarmente importante per i settori non ancora armonizzati a livello europeo, come il gioco online». Il settore del gaming online in UE, conclude l’associazione «vale 22,2 miliardi di euro e cresce del 10% ogni anno, ma i 16,5 milioni di europei che giocano online sperimentano 27 tipi diversi di politiche nazionali».

La cooperazione tra autorità di regolamentazione è uno strumento importante per incoraggiare la condivisione delle informazioni, gli scambi regolari di migliori pratiche, il dialogo e lo sviluppo di approcci e regole comuni.

In precedenza, la Commissione Europea aveva facilitato un gruppo di esperti nazionali di regolatori del gioco d’azzardo, ma nell’anno precedente, il gruppo è stato sciolto, nonostante i tantissimi feedback positivi dei regolatori, che ritenevano questo gruppo uno spazio prezioso per lo scambio di informazioni. Per questo l’Egba ha invitato l’Unione Europea alla creazione di un ambiente di gioco d’azzardo online che sia più sicuro per tutti: una serie di regole e dogmi semplici e facili da rispettare per facilitare il dialogo tra i protagonisti  coinvolti e stabilire i requisiti minimi di responsabilità, nella convinzione che, con norme di protezione dei consumatori più rigide ed uniformi, unite ad una cooperazione normativa rafforzata, ci sarebbe un vantaggio per tutti e una migliore regolamentazione sull’azzardo online in Europa. Ecco perché l’EGBA sollecita gli eurodeputati e la Commissione entrante a lavorare insieme in questo nuovo mandato dell’UE per garantire un migliore standard di protezione per gli europei e politiche di gioco adeguate alla nuova era digitale.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]