La goliardia italiana al Teatro Lendi di Sant’Arpino (Caserta)

Condividi

SANT’ARPINO (Ce) – Teatro Lendi. Venerdì 26 novembre 2021 alle ore 20.30 debutta “Meglio quando c’erano loro”, uno spettacolo dedicato alla goliardia italiana da Cochi e Renato agli Squallor. Saranno in scena Andrea Di Nardo (anche regista dello spettacolo) che porta nuovamente al Teatro Lendi l’attore e cantante Ottavio Buonomo. L’amicizia tra i due nasce tantissimi anni fa, divenuta poi solidissima collaborazione artistica. Ottavio giovanissimo sceglie il Teatro, la Televisione, il Cinema e la Musica trovando in Andrea il più fedele collaboratore. Andrea è attore e cantante negli spettacoli di Ottavio, poi ne diventa direttore tecnico.

NARDONE

“Meglio quando c’erano loro” è la primissima regia di Andrea Di Nardo, dedicata ad un genere che gli artisti avevano già fatto ascoltare in album (Da quando ci conosciamo, 2009 – Ci hanno fatto il repack, 2018 – Canzoni che non ci andavano in un solo disco, 2021) ed eventi.

Ottavio Buonomo ed Andrea Di Nardo vantano già carriere importanti, con percorsi e spettacoli di successo, carriere diverse come il ruolo che hanno oggi nel mondo dello spettacolo, ma di tanto in tanto la coppia artistica si unisce nuovamente per cantare la “pop – demenz”, ovvero la demenzialità nella musica pop italiana, quindi Cochi e Renato in primis con brani come “E la vita, la vita”, “Libe libe là” e “La gallina” ma anche Renzo Arbore, Gianni Drudi (che sarà presente con un video messaggio nello spettacolo), Alvaro Vitali (che è stato diretto anche da Buonomo nel 2016), Pippo Franco, le Sorelle Bandiera, Enrico Beruschi, Diego Abatantuono, Ernesto A Foria (con “‘E ‘ffravole), Pino D’Angiò, Enzo Jannacci, Gigione ma anche le colonne sonore di Detto Mariano per i film di Adriano Celentano e sigle televisive come “Ma la notte no” (e ci sarà anche un video messaggio di Silvia Annichiarico, la cantante di Arbore del brano).

Ad accompagnare Ottavio Buonomo ed Andrea Di Nardo in questo divertentissimo viaggio musicale ci sarà l’Orchestra Bagarì formata da Rosalba Cacciola (alle tastiere), Samuele Motta (alla batteria) e Luca Mozzillo (al sassofono). Guest star il chitarrista Stefano Marrazzo e la cantautrice Maria Aprile che dedicherà momenti di poesia “demenziale” al pubblico.

Un corpo di ballo da sabato televisivo, da varietà, formato da Chiara Napolitano, Dalila Di Mauro, Maria Campolo e Federica Garofalo.

Lo spettacolo tanto curato nella parte musicale quanto nella scelta delle canzoni (una scaletta di 20 brani su 80 che sono già stati incisi), in cui dei brani conosciuti solo dai fan del genere si legano ad omaggi a straordinari artisti che hanno portato al successo la musica demenziale arrivando nelle classifiche dei dischi più venduti, tra questi anche Corrado Mantoni (con la sua “Carletto”), Detto Mariano e gli Squallor, il gruppo formato dagli Bigazzi, Pace, Cerutti e Savio, anche autori di brani che hanno fatto la storia della canzone italiana.

Dopo l’evento al Teatro Lendi sarà pubblicata anche una raccolta di incisioni inedite di Ottavio Buonomo, tra cui spiccano brani registrati per l’album “Canzoni che non ci andavano in un solo disco” ma che poi non sono stati inclusi nella tracklist. Dal 1 dicembre sarà possibile ascoltarli.

Tra i prossimi appuntamenti di OTTAVIO BUONOMO:

4 dicembre 2021 – UN NAPOLETANO SUL LAGO (Studi Arte In – Desenzano del Garda)

10 dicembre 2021 – HO INVITATO QUALCHE AMICO A SCENA (Supercinema di Castellamare di Stabia)

28 dicembre 2021 – PARE BRUTTO (Auditorium Comunale di San Vitaliano, Na)

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]