La chiusura di Arzano era inevitabile, assicura il prefetto Valentini

Condividi

Nel comune a nord di Napoli misure più restrittive per il contenimento del Covid-19

«Mai come in questi giorni serve grande senso di responsabilità. Siamo in una fase cruciale e la coesione è lo strumento più importante per superare questo difficile momento». Il prefetto di Napoli Marco Valentini, in un’intervista pubblicata sul quotidiano “Il Mattino”, si rivolge ai cittadini dell’area metropolitana nel momento in cui l’allarme pandemia torna a creare allarmi e tensioni.

NARDONE

I numeri indicano una risalita dei contagi e la chiusura del comune di Arzano, decisa d’intesa tra la commissione prefettizia, le autorità sanitarie locali e la regione, «era necessaria», assicura il prefetto, «anche per la particolare conformazione urbanistica del territorio, ad altissima densità di popolazione».

«Tutte le misure già adottate e quelle che saranno prese in futuro dal Governo nazionale e dalla regione – invita il prefetto di Napoli – devono essere rispettate con senso di disciplina e consapevolezza sociale. È indispensabile la collaborazione e la partecipazione responsabile di tutti per sostenere lo sforzo di tutelare la salute pubblica, soprattutto avuto riguardo ai soggetti più esposti o vulnerabili».

«Credo che sia bene non drammatizzare, – prosegue – mantenendo lucidità, determinazione e impegno. È evidente che se i numeri dei contagi dovessero continuare a crescere, le autorità competenti non resteranno a guardare». Adesso serve «innanzitutto fiducia nelle istituzioni e, insieme, responsabilità e collaborazione da parte dei cittadini».

Per quanto riguarda il rischio di infiltrazioni camorristiche con l’arrivo dei finanziamenti europei, il prefetto Valentini riferisce: «Le forze di polizia – che desidero ancora una volta ringraziare – stanno mettendo a punto modelli di analisi del rischio che saranno molto utili nei prossimi mesi. Abbiamo già raccolto dati, ma potenzieremo il nostro impegno sul versante delle interdittive antimafia. Grazie al lavoro di analisi della Guardia di finanza stiamo monitorando i flussi finanziari e gli assetti societaria fini di prevenzione. Si procede nel massimo coordinamento istituzionale. Domani presiederò la Conferenza regionale delle autorità di pubblica sicurezza della regione, un tavolo al quale siederanno gli altri prefetti della Campania, Forze dell’ordine, magistrati responsabili delle Dda di Napoli e Salerno, i rappresentanti della regione e i sindaci dei comuni capoluogo».

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]