La Cei , la crisi di Governo , la Consulta e il radicale .

Condividi

 

NARDONE

in foto Marco Cappato e Rosa Criscuolo

“La crisi di Governo sarebbe l’ alibi con cui la CEI riconosce al Parlamento la giustificata mancanza dell’ intervento nella legiferazione nei tempi concessi dalla Suprema Corte di Cassazione .Il presidente della Cei, il Card. Gualtiero Bassetti, e’ intervenuto a gamba tesa durante un convegno organizzato da associazioni cattoliche sia sul testamento biologico chiedendo l’ introduzione dell’ obiezione di coscienza per i medici e sul fine vita vanificando i piccoli passi in avanti compiuti fino ad oggi e prevedendo un finale tremendo per chi non ottemperi il volere del potere spirituale, della Chiesa   : la galera .  Se vivere e’ un dovere e non una liberta’ , e’ necessario lottare per essa oltre ogni sofferenza quasi come se si dovesse subire una tortura in nome di Dio . Riappare in modo grottesco la logica del delitto d’onore rispetto alla richiesta della depenalizzazione dell’ art. 580 cp solo riguardo a parenti e familiari , considerato che nel processo che vede Marco Cappato imputato non vanta alcun vincolo familiare con Fabiano Antoniani . La Cei dunque mette in campo tutti gli anatemi possibili avverso l’ intervento della Consulta che molto probabilmente entro 10 giorni emettera’ il verdetto di incostituzionalita’ dell’ attuale articolo 580 cp. concepito in era fascista e inserito nel Codice Rocco il cui assetto <<lascia prive di adeguata tutela determinate situazioni costituzionalmente meritevoli  di protezione e da bilanciare con altri beni costituzionalmente rilevanti >>. I partiti hanno assunto una posizione passiva rispetto all’ azione della Consulta e intervenendo soltanto dopo la sentenza definendo con chiarezza i limiti dell’ aiuto al suicidio quando tocchera’ alle Camere . Se sia strategia o supina acquiescenza verso il potere spirituale non e’ dato saperlo ma chi rischia 12 anni di carcere per realizzare una liberta’ negata da leggi fasciste e’ un solo radicale con il suo piccolo esercito : Marco Cappato “, così Rosa Criscuolo , presidente della cellula Luca Coscioni Caserta .

Presso il Caffe’ Letterario Intra Moenia a Piazza Bellini , 70 si terra’  un incontro organizzato dalle Cellule Coscioni locali presiedute da Giuseppe Alterio e Rosa Criscuolo , alla presenza di Marco Cappato e Filomena Gallo . Gli appuntamenti seguenti saranno il 19 settembre a Roma con il concerto- manifestazione ” LIBERI FINO ALLA FINE ” in piazza don Bosco che precedera’ l’ udienza della Corte Costituzionale e il Congresso dell’ Associazione Luca Coscioni che si terra’ dal 3 al 6 ottobre a Bari .

Caro lettore, ilmonito.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] - Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]