L’omaggio di Napoli a Totò, a 50 anni dalla sua morte

Condividi

Fiori sulla tomba di Totò a 50 anni dalla morte, il ricordo della nipote

Napoli, 14 apr. – Napoli rende omaggio a Totò, a 50 anni dalla sua morte, avvenuta il 15 aprile del 1967. La tomba del grande comico è stata aperta al pubblico ed è diventata meta di pellegrinaggio per i napoletani. Le celebrazioni sono state aperte dal sindaco di Napoli De Magistris insieme alla nipote di Totò.

NARDONE

«Prima di tutto metto davanti la sua nobiltà d’animo d’animo, insegnamento per tutti». Così Elena Anticoli de Curtis parla di Totò, suo nonno, nel giorno della deposizione della corona di fiori alla cappella nel Cimitero di Santa Maria del Pianto, a Napoli.

«Siamo persone serie – ha affermato – la morte è una livella. Rimaniamo tutti persone serie». «Lui ci continua regalare risate e gioia – ha aggiunto – La gioia ci permette di andare avanti e mantenere la bontà che aveva lui». «Mio nonno è un esempio di bontà – ha concluso – al di là del fatto che era un artista».

 

 

 

[iframe src=”http://www.lastampa.it/modulo/slideshow/jsp/video_embed.jsp?u=dc43aad8-212a-11e7-b0fb-39936cc9dbc0&w=700&h=394″ width=”700″ height=”394″ frameborder=”0″ ]

loading...

Emilia Criscuolo

Classe 98, studentessa universitaria presso '' L' Orientale " di Napoli. Amo scrivere. Ed essere creativa. Scrivere è un atto; è qualcosa che fai . Quando lavoro a una storia, punto sulla creatività in ogni momento, per tirare fuori qualcosa di davvero originale, interessante e coinvolgente. Le mie attività spaziano in molti settori ma hanno un filo comune la narrazione.