Juve-Napoli, accolto il ricorso: restituito il punto e partita da rigiocare

Condividi

Il Collegio di Garanzia ha deciso: annullata la sconfitta a tavolino contro i bianconeri

 

NARDONE

Accolto il ricorso del Napoli. È quanto ha deciso il Collegio di Garanzia che ha annullato la sconfitta a tavolino per 3-0 inflitta al Napoli contro la Juventus. Dunque il punto di penalizzazione verrà restituito immediatamente al club di De Laurentiis, mentre ai bianconeri verranno tolti i tre punti della vittoria. La partita andrà rigiocata, potrebbe disputarsi a gennaio e non è da escludere un rinvio della Supercoppa Italiana: si sta lavorando per trovare una data. La classifica aggiornata vede Juventus, Napoli e Roma appaiate a 24 punti. Le motivazioni della sentenza saranno rese note dopo il 7 gennaio. L’avvocato del Napoli Grassani a Radio Kiss Kiss Napoli: “Giustizia è fatta, sentenza storica. Ho appena sentito il Presidente De Laurentiis: è soddisfatto, è giusto così. Questa è una che farà giurisprudenza, che sovverte un pregiudizio, ossia che il Napoli dovesse perdere con la Juventus senza giocare. E invece la gara si giocherà, vinca il migliore”.

Juve-Napoli, idea sulla data

Bisogna studiare la finestra giusta per inserire la partita da recuperare. Una data buona potrebbe essere quella del 13 gennaio perché è una delle pochissime utili. In tal caso, bisognerebbe rinviare Napoli-Empoli e Juve-Genoa degli ottavi di Coppa Italia. La sfida arriverebbe una settimana prima della gara di Supercoppa italiana in programma al Mapei Stadium di Reggio Emilia il 20 gennaio.

Juve-Napoli, ricorso accolto

“Il Collegio di Garanzia, all’esito dell’udienza a Sezioni Unite tenutasi oggi, ha accolto il ricorso presentato dalla società S.S.C. Napoli S.p.A. contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio e, per l’effetto, ha annullato senza rinvio la decisione Corte Sportiva d’Appello presso la FIGC, adottata con C.U. n. 14 del 10 novembre 2020, confermativa della decisione del Giudice Sportivo Nazionale presso la Lega Nazionale Professionisti di Serie A, adottata con C.U. n. 65 del 14 ottobre 2020 (anche essa oggetto della presente impugnazione), con cui è stata irrogata, a carico della società ricorrente, la sanzione della perdita della gara Juventus-Napoli (che si sarebbe dovuta disputare in  data 4 ottobre 2020) e della penalizzazione di un punto in classifica”. È quanto si legge sul sito del Coni.

Diretta Juve-Napoli sul ricorso

Frattini: “Sentenza in serata”

Iniziato alle 14.30, si è concluso dopo poco più di un’ora il dibattimento al Collegio di Garanzia dello sport presso il Coni sul caso Juventus-Napoli. Al termine dell’udienza, il presidente del Collegio Franco Frattini ha confermato che il dispositivo sarà emesso in serata. In realtà, potrebbe arrivare anche nel tardo pomeriggio, tra le 18.30 e le 19.30.

De Laurentiis: “Ottimista che si rigiochi”“Oggi c’era un parterre di gente preparata che aveva studiato le carte e quindi gli avvocati hanno avuto anche un percorso più semplice e più breve. Sono prudentemente ottimista, è stata molto rilevante e trasparente l’interpretazione della Procura generale. Mi aspetto che la gara si giochi e si cancelli un giudizio iniquo. Essendo stato a casa a lungo col covid ho studiato la malattia. Dopo i primi due casi del Genoa, era chiaro che i miei due giocatori contagiati più un membro dello staff avrebbero potuto contaminare altri: per me era una questione di responsabilità, penale e sociale: non potevo disattendere due Asl e fare l’untore della Juve”. Così De Laurentiis dopo il dibattimento al Collegio di Garanzia sul caso Juve-Napoli.

De Laurentiis: “Sconfitte del Napoli non è colpa di Gattuso”

“Le ultime sconfitte del Napoli ci possono stare per lo stato fisico del mio allenatore: me ne dispiace, gli auguro di riprendersi presto. Gattuso ha un problema che gli si ripercuote sull’occhio, deve prendere in continuazione il cortisone: non lo prendeva da 15 giorni e vedeva addirittura doppio. Lui non ha alcun tipo di responsabilità, è un grandissimo esperto di calcio, un grandissimo allenatore: ci dobbiamo augurare che riprenda la stabilità fisica e mentale per portare avanti la squadra”. Lo ha dichiarato il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis commentando il momento della squadra dopo le sconfitte contro Inter e Lazio.

Le parole dell’avvocato Grassani

“Sarebbe degno della miglior tragedia napoletana se fosse stato messo tutto in piedi ad hoc. Il Napoli la trasferta la voleva fare, ed è dimostrato dalle documentazioni. La furbata non c’è perché viene bloccata dai provvedimenti amministrativi. Il Napoli non aveva una ragione su un milione per saltare quella gara. La squadra era già pronta a partire”. Questo in sintesi il contenuto dell’arringa dell’avvocato del Napoli Mattia Grassani.

La Procura: “Dalla Corte passo più lungo della gamba”

L’intervento della Procura Generale dello sport: “Come procura in un procedura di questo tipo e come tutori della legalità diciamo che è una vicenda particolare e per il Collegio assolutamente inedita. A nostro parere la Corte d’appello federale ha fatto il passo più lungo della gamba, si parla di giustizia disciplinare e invece qui la giustizia è tecnica. La condotta del Napoli non è rilevante in questo procedimento”.

De Laurentiis: “Volevamo giocare”

Avevo tutto l’interesse a incontrare Pirlo in quel momento perché era all’inizio della sua carriera da allenatore e dunque poteva anche non portare sul campo una Juventus pericolosa. Il 9 settembre sono risultato positivo al Covid e sono rimasto 40 giorni al letto. Insieme a me sette componenti della mia famiglia. Da questa esperienza ho ben capito la rilevanza e la gravità della pandemia: il senso di responsabilità non può far incorrere un imprenditore come me nel penale né contraddire il sociale. Se il Napoli, contravvenendo a istanze ben precise delle Asl, avesse preso l’aereo e fosse andato a Torino, cosa avrebbero fatto gli altri napoletani in quel momento? Per questo ho ritenuto di dovermi attenere nel dettaglio alle previsioni”. Lo ha dichiarato De Laurentiis al termine dell’udienza davanti al Collegio di Garanzia dello Sport.

Arriva De Laurentiis

Prima di entrare il presidente del Napoli, Aurelio Del Laurentiis, ha detto: “La sentenza entro stasera? Direi di sì. Per il resto meglio non dire nulla perché ora non avremmo argomenti”.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]