Joker 2 è realtà: quando le intenzioni iniziali vengono tradite

Condividi
Gabriele Laurino
Gabriele Laurino

Con un post sui propri canali social, Todd Philips ha ufficializzato l’inizio dei lavori su Joker 2, sequel dell’acclamata pellicola del 2019 con Joaquin Phoenix. Un annuncio che sa quasi di tradimento rispetto alle intenzioni iniziali del progetto.

Facciamo un passo indietro. Durante (e dopo) la promozione del film, Todd Philips ha più volte millantato l’aura estremamente autoriale del suo Joker, concepito come progetto standalone e ben lontano dall’intenzione di diventare un franchise sulla scia dei colossali di stampo Marvel e dello stesso universo cinematografico DC.

Lo stesso Philips, d’altronde, ha più volte ribadito quanto Joker fosse in realtà lontano dalla classica concezione di cinecomic, chiarendo più volte nel corso della campagna marketing quanto il film con Phoenix rappresentasse un unicum nel settore che non si sarebbe mai piegato alle esigenze commerciali del cinema di consumo.

Evidentemente qualcosa, sia in Warner Bros sia nella testa del regista, deve essere cambiata. Evidentemente il successo clamoroso della pellicola, inaspettato su ogni fronte al netto della sua indiscutibile qualità, avrà portato autori e produttori a ripensare i piani originali, e a mettere in cantiere Joker 2.

Se l’operazione sarà indovinata ancora una volta, sarà una sentenza che spetta ai posteri.

Gabriele Laurino

Mi chiamo Gabriele e sono da sempre appassionato di cultura pop. Cinema, televisione, fumetti e videogiochi sono il mio pane quotidiano, un amore che ho trasformato in un lavoro a tempo pieno. Mi occupo di critica cinematografica e videoludica, oltre che di informazione riguardante il mondo dello spettacolo, e sono sempre alla ricerca di nuovi stimoli per arricchire il mio bagaglio culturale.