Intervista al maestro del Dream Massage ® Stefano Serra

Condividi

Tra pochi giorni prenderà il via il Festival di Sanremo, e al suo fianco anche il festival dei sogni, con l’inaugurazione martedì 1° febbraio della Somnia Aura spa la nuova Area Benessere del Grand Hotel Des Anglais targata Dream Massage®.

Per il secondo anno consecutivo il direttore di questo sogno sarà il Maestro del Dream Massage® Stefano Serra.
Il Prof Serra ideatore è uno spa manager con esperienza ventennale, direttore delle aree benessere più importanti del paese. Ha lavorato in Italia e all’estero sempre con grande successo. Attualmente si dedica principalmente alla formazione di nuove leve del benessere e alla diffusione del Dream Massage ® nei grandi eventi.

Perché il Dream Massage® ai grandi eventi?
Il Dream Massage® è l’unico metodo che fonde le migliori 8 tecniche di massaggio.
In questo metodo vige il concetto della personalizzazione, non esistono protocolli, perché ogni corpo, ogni anima è diversa dall’altra.

Cosa ti chiedono i vip?
Sono invidiosi, scherzo, ma molti si chiedono come fa un massaggiatore ad avere 94 milioni di visualizzazioni.

Quale sarà la vera novità di quest’anno?
Saranno fondamentalmente due:
– la spa aperta h 24 anche per il dopo festival;
– la nuova piscina del Des Anglais dove praticheremo il Dream water delphine® il massaggio in acqua ideato dalla massoterapista Rosa Frezza.

Quali i tuoi più ricordo di queste esperienze Sanremese?
La prima volta che mi invitò il Patron di Casa Sanremo il dott. Vincenzo Russolillo, quando feci arrivare sul Palafiori in elicottero una spa Aquaspecial del Dott.  Marco Gabbriellini, un massaggio a Veronica Maya, e il rapporto che si è cementato negli anni con l’attrice Antonella Salvucci.
Infine nel 2021 quando nessuno pensava di avere l’aerea Dream a Sanremo, il Dott. Paolo Madonia general manager del Des Anglais mi ha aperto le porte e in 15 giorni abbiamo messo in piedi la spa più importante di Sanremo la Somnia Aurea spa. Somnia = Sogno = DREAM.

Cosa ti aspetti da questo Sanremo 2022?
Che la pandemia possa finire, e che tutti i miei allievi possano realizzare tutti i loro SOGNI.
Lo meritano tutti ma loro un po’ di più.

Quando il sipario del Ariston chiuderà cosa farai?
Tanta formazione, a Lugano in Svizzera con una delle tutor di questa edizione Claudia Musaj e a Roma con l’Accademia Silvestrini. E poi a Venezia, Crotone e in Sardegna con l’altra tutor Simona Puttolu. La formazione è il futuro, il futuro è di tanti giovani di qualunque età.
Inoltre stiamo mettendo basi solide per creare uno spazio Dream Massage® per il festival del cinema di Venezia e di Roma.

Chi vuoi ringraziare?
Sicuramente la mia compagna Rosa Frezza, e la Dottoressa Daniela Serra senza di lei niente avrebbe avuto senso, forse è il vero segreto del mio successo,  è stata la sua professionalità, il mio trampolino, io che sono solo un umile operaio dell’ anima.

E infine a chi vuoi dedicare questa edizione?
Ad una donna speciale, unica,  che sapeva massaggiare e donare un Dream con un suo sorriso: Maria Sales.
Lei era il festival dell’amore, lei è il festival dei sogni. Era la mia mamma,  che da poco non c’è più e sono certo che seguirà il festival dal cielo.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]