Intercettazioni, Nordio: “Spesso strumento di delegittimazione

Condividi

“Una profonda revisione” dello strumento delle intercettazioni. Ad annunciarla è il ministro della Giustizia, Carlo Nordio, illustrando le linee programmatiche in commissione al Senato. “Vigileremo in modo rigoroso sulla loro diffusione”, ha assicurato.

Talvolta le intercettazioni hanno una “diffusione pilotata” diventando “strumento micidiale di delegittimazione personale e politica”, ha sottolineato il ministro. Sono un “pericolo per la riservatezza e l’onore delle persone”.

“Non ha senso che i pm appartengano allo stesso ordine dei giudici. Svolgono un ruolo diverso”, ha aggiunto in un altro passaggio.

“Ogni qual volta ci sarà una violazione del segreto istruttorio” attraverso la diffusione delle intercettazioni “l’ispezione sarà immediata e rigorosa”, ha affermato ancora. (Adnkronos) 

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]