Infermiere aggredito all’ospedale, la solidarietà di Zinzi: il ‘modello sanità’ senza sicurezza non può funzionare

Condividi

«Solidarietà all’infermiere dell’ospedale di Caserta attualmente in prognosi riservata perché vittima di una brutale aggressione durante l’orario di lavoro. Purtroppo non è la prima volta che il personale del San Sebastiano è vittima di questi atti criminali. Sono diverse le denunce e gli esposti sul tema della sicurezza sia da parte del sindacato che dell’ordine dei medici e quello degli infermieri, ma sono finite nel nulla. La cosa più grave è che l’episodio questa volta sarebbe avvenuto davanti alla tenda del triage ai danni di un operatore sanitario impegnato nell’emergenza Covid. Il ‘modello sanità’ senza sicurezza non può funzionare…».

NARDONE

A dichiararlo il consigliere regionale della Lega Gianpiero Zinzi.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]