Indisposto al trasferimento in carcere aggredisce i Carabinieri

Condividi

Resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale: sono queste le altre accuse di cui dovrà ora rispondere un 49enne originario del Ghana, tratto in arresto dai Carabinieri in esecuzione di un’ordinanza di ripristino della misura cautelare della custodia in carcere emessa dal Tribunale di Avellino.

Il soggetto, non nuovo a tali condotte, fu tratto in arresto lo scorso 19 febbraio, allorquando, presso la Caserma di Serino, in preda a forte stato di agitazione, danneggiava il citofono e si scagliava contro i Carabinieri intervenuti per calmarlo.

Colpito dal citato provvedimento, nella tarda mattinata di sabato i Carabinieri della Stazione di Serino lo hanno rintracciato ad Avellino, nei pressi della centralissima piazza Kennedy. 

Da subito lo straniero non ha fatto mistero di non gradire la presenza degli uomini dell’Arma. Accompagnato in Caserma, nonostante i bonari e ripetuti inviti alla calma, in una escalation di livore ha dapprima inveito contro i militari per poi tentare di mettere in atto comportamenti autolesivi: è stato solo grazie alla prontezza dei Carabinieri che, sebbene feriti, con non poca fatica sono riusciti a fermarlo, evitando così gravi conseguenze.

Lo straniero è stato quindi condotto in ospedale dove è stato medicato per una contusione escoriata (senza giorni di prognosi) e sedato, in attesa di essere condotto alla Casa Circondariale di Bellizzi Irpino.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]