Inchiesta Angeli e Demoni, Gambarini (Forza Italia): “Perchè per il Pd i servizi sociali della Val d’Enza erano un modello?”

Condividi

PARMA, 2 lug. – “Territori da sempre governati dalla sinistra e dal Pd, come l’Emilia e Reggio Emilia soprattutto, sono saliti in questi giorni per diverse volte ai disonori delle cronache per indagini della magistratura. In particolare l’inchiesta “Angeli e Demoni”, riguardo gli affidi di minori in Val d’Enza, ha portato alla luce uno scenario che, se confermato, fa rabbrividire. Parliamo infatti di bimbi che senza motivo sarebbero stati strappati alle loro famiglie e dati in affidamento”. Lo scrive in una nota Francesca Gambarini, commissario di Forza Italia per la provincia di Parma. “Al centro di questo sistema, per gli inquirenti, c’è la dirigente dei Servizi sociali della Val d’Enza, persona che il Partito democratico e le istituzioni a guida Pd del nostro territorio invitavano ad ogni iniziativa possibile ed immaginabile come esempio di gestione virtuosa del servizio minori – prosegue Gambarini – . Ancora, troviamo la dirigente in questione scelta per far parte di una commissione d’esame in un comune come Fidenza”. “Le accuse sono gravissime e riguardano temi delicatissimi – evidenzia ancora l’azzurra – . Ci preoccupa il silenzio del Pd emiliano che, nonostante il coinvolgimento del sindaco di Bibbiano e – notizia di oggi – di due ex sindaci Pd (di Montecchio e Cavriago), continua a minimizzare. Esprimono solidarietà al sindaco e non ai bambini strappati alle loro famiglie, parlano di esagerazioni da parte della magistratura e non si degnano di spendere una parola sui servizi sociali. A noi basterebbe una sola risposta: perchè per loro i servizi sociali della Val d’Enza erano un modello ed esempio? La magistratura proseguirà il suo lavoro ma nel frattempo il Pd e la sinistra che amministrano gran parte dei comuni emiliani dovrebbero cospargersi il capo di cenere e rendersi conto che il loro sistema non era perfetto come ancora sostengono. La gestione dei servizi sociali e il sistema dei controlli vanno rifondati da capo. Non è accettabile nemmeno l’ipotesi che qualcuno possa speculare sui bambini. Ma a quanto pare il Pd preferisce far finta di niente e ignorare quanto successo”.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]