Impresa / sociale: rendere conciliabile l’inconciliabile A partire dal proprio bilancio sociale, Dedalus propone un confronto su essere impresa sociale

Condividi

Giovedì 10 novembre 2022 – ore 15.00 – 17.30

Salone di Officine Gomitoli

Napoli, Piazza E. De Nicola 46

Impresa / sociale: rendere conciliabile l’inconciliabile è un incontro pubblico proposto da Dedalus che, a partire dal proprio bilancio sociale, invita a un confronto sull’essere impresa sociale. L’appuntamento è per giovedì 10 novembre dalle ore 15 nel salone di Officine Gomitoli, Piazza E. De Nicola 46.

L’intento è quello di restituire la fotografia dell’operato della cooperativa, mettendo in luce i punti di forza e anche le criticità da rafforzare e superare per immaginare un futuro positivo.

Lo scorso anno, in occasione dei suoi 40 anni, Dedalus ha intrapreso un percorso di riflessione sul proprio essere impresa sociale” provando a connettere i riferimenti alla propria storia e esperienza attraverso la ricerca di nuovi strumenti, metodi e modalità operative, per aggiornare e innovare tale tradizione.

Sono emersi una serie di punti e nodi che, sono stati utilizzati anche per disegnare l’ultimo Bilancio Sociale: la creazione di ‘buoni lavori’ e del ricambio generazionale al nostro interno, la riflessione sulla capacità di tenere in equilibrio la funzione di gestione dei servizi con quella di essere soggetto politico di cambiamento. E, ancora, bilanciare lessere comunità rendicontante con lessere comunità resiliente.

Parteciperanno anche: Luca Bianchi Direttore Svimez; Anna Ceprano Presidente Legacoop Campania; Jannotti Pecci Costanzo – Presidente del CdA della Caracciolo Hospitality Group; Valeria Fedeli – Sindacalista; Leandro Sansone – Responsabile Territorial Development Sud UniCredit.

Facilita: Andrea Morniroli – Dedalus Cooperativa Sociale

L’evento si svolge dalle ore 15 alle 17.30 nel salone di Officine Gomitoli ex Lanificio piazza E. De Nicola 46 Napoli

www.ccopdedalus.it

[email protected]

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]