Il Sindaco di Quarto e Consigliere metropolitano con delega al Patrimonio e ai Beni comuni, Antonio Sabino, oggi alla Festa dell’Unità per un confronto con Francesco Boccia

Condividi

Il Sindaco di Quarto e Consigliere metropolitano con delega al Patrimonio e ai Beni comuni, Antonio Sabino, oggi alla Festa dell’Unità per un confronto con Francesco Boccia.

“Con molto piacere ho accolto l’invito del segretario Marco Sarracino ad essere presente oggi pomeriggio alla Festa dell’Unità per il confronto con il Responsabile rapporti con le Autonomie e gli enti locali del Pd ed ex ministro Francesco Boccia. Partecipo come sindaco di Quarto ma anche in veste di Consigliere metropolitano con delega al Patrimonio e ai Beni Comuni. Con Boccia parleremo dell’esperienza che stiamo vivendo a Quarto in tema di beni confiscati, raccontando le tantissime difficoltà che gli amministratori locali incontrano, soprattutto nei territori del Sud, sui temi concreti per sconfiggere le mafie”. È quanto afferma il Sindaco di Quarto e Consigliere metropolitano con delega al Patrimonio e ai Beni comuni, Antonio Sabino, che oggi alle 18 parteciperà al confronto che Francesco Boccia avrà con gli amministratori del PD nell’ambito della Festa dell’Unità in programma a piazza Municipio a Napoli.

“Noi a Quarto – ha concluso Sabino – abbiamo fatto richiesta di oltre 60 beni confiscati alla camorra locale e già ne abbiamo assegnati molti con bando pubblico. Con un milione e mezzo di euro dei fondi PNRR realizzeremo, poi, con l’Asl Napoli 2 Nord, in 13 immobili confiscati un ospedale di comunità. All’onorevole Boccia ribadiremo che c’è bisogno di un forte appoggio istituzionale a livello centrale su questi temi sociali, che diventano cruciali per le nostre comunità in quanto vengono garantiti servizi sociali a migliaia di cittadini, attraverso i beni confiscati assegnati”.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]