Il Questore di Benevento emette quattro provvedimenti DACUR

Condividi

Aveva creato grande clamore e preoccupazione nell’opinione pubblica il video diffuso sui social network, rapidamente divenuto “virale”, relativo alla violenta aggressione perpetrata in pregiudizio di un giovane in Telese Terme, lungo viale Minieri, durante la movida del fine settimana, nella notte tra il 12 ed il 13 febbraio 2022.

Quella notte, un gruppo di giovani, aveva proditoriamente ed immotivatamente scaraventato al suolo un ragazzo appena uscito da un bar, colpendolo ripetutamente, per poi sfogare la propria violenza contro le autovetture in transito e contro gli arredi pubblici, urlando forsennatamente e creando il panico tra le numerose persone presenti in strada.

Oggi, il personale della Divisione Anticrimine della Questura di Benevento, diretta dal Vice Questore Angelo Lonardo, unitamente ai colleghi del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Telese Terme, ha eseguito 4 provvedimenti di D.Ac.Ur. (divieto di accesso alle aree urbane), emessi dal Questore di Benevento, tutti a carico di giovani residenti in Telese Terme.

I provvedimenti di DACUR, previsti e disciplinati dal decreto legge n. 14 del 2017, consentono al Questore, valutato il pericolo per la sicurezza pubblica desumibile dalla violenza ed antisocialità delle condotte in esame, di disporre, per i destinatari, il divieto di accesso ai pubblici esercizi che insistono nelle zone interessate dai fatti nonché di stazionamento nelle immediate vicinanze di essi, fino a 2 (due) anni.

La violazione del divieto prevede la reclusione da 6 mesi a 2 anni e la multa da euro 8.000 ad euro 20.000.

Come, tra l’altro, annunciato proprio ieri dal Questore di Benevento, nel corso della celebrazione del 170° Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato, l’azione di contrasto a tutti i comportamenti inurbani, rappresenta una delle linee di azione prioritarie nell’ambito del mantenimento e della tutela dell’ordine pubblico.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]