Il Presidente del Consiglio regionale campano Gennaro Oliviero replica al ministro Frattin

Condividi

Tragedia di Ischia: “Le parole del Ministro Fratin sono esagerate, sconcertanti e fuori luogo”. Lo dichiara il Presidente del Consiglio regionale Gennaro Oliviero, replicando al Ministro dell’ambiente, Gilberto Picchetto Fratin, che si è scagliato contro i sindaci ritenendoli responsabili degli abusi edilizi, al punto da dichiarare che l’unica misura possibile per loro è l’arresto. “A parte il fatto che il Ministro in questo momento dovrebbe concentrarsi sui soccorsi e sul come dare un tetto agli sfollati – continua Oliviero – ma mi sembra fuori luogo è troppo semplicistico gettare la croce dell’abusivismo edilizio sui sindaci che non fanno altro che applicare le leggi dello stato. Probabilmente il Ministro è all’oscuro che le norme relative ai condoni sono tutte statali e non locali. Ognuno, in questo momento, dovrebbe essere più cauto e rispettoso. Chi ha realizzato l’abuso e chi è preposto alla tutela del paesaggio dovrebbero fare in egual misura il mea culpa. Troppo facile gettare la croce delle calamità naturali sugli amministratori locali senza ragionare sul livello delle competenze e sulle leggi esistenti. Quanto detto non è consentito ad un ministro della Repubblica e soprattutto non è giustificato senza sapere ne aver approfondito la questione. L’arresto dei Sindaci è un fuori luogo storico, nel mentre serve sobrietà ed onestà intellettuale. Non abbiamo di certo bisogno di chi dà fuoco alle parole senza assumere impegni concreti. Piena solidarietà dunque a tutti i sindaci che devono fronteggiare quotidianamente i problemi e le emergenze con le minime risorse che lo Stato centrale mette a disposizione. Non voglio passare al fronte opposto, ma certo ai sindaci italiani va fatto un plauso per l’impegno che quotidianamente profondono per le loro comunità con l’esiguità di personale e bilanci claudicanti. Non è il momento di polemiche sterili, ma è giunta l’ora che le maggioranze e le minoranze si coalizzino affinché sia trovata la giusta soluzione per impedire che in futuro possano ancora accadere simili tragedie. A tutta Ischia e agli abitanti di Casamicciola afflitti dal dolore tutta la mia solidarietà e la partecipazione affettiva”

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]