Il prefetto di Napoli diffida 16 Comuni della Città Metropolitana: bilancio di previsione non approvato

Condividi

L’art. 1 del decreto-legge 22 febbraio 2002 n.13, convertito in legge 24 aprile 2002 n.75, stabilisce che “ quando il consiglio non abbia approvato nei termini di legge lo schema di bilancio predisposto dalla giunta, il prefetto assegna al consiglio, con lettera notificata ai singoli consiglieri, un termine non superiore a venti giorni, per la sua approvazione, decorso il quale si sostituisce, mediante apposito commissario, all’amministrazione inadempiente e inizia la procedura per lo scioglimento del consiglio”.

NARDONE

Pertanto, il prefetto di Napoli Marco Valentini ha inviato oggi le diffide ai 16 Comuni della Città Metropolitana di Napoli, che non hanno approvato nei termini il bilancio di previsione. I consigli comunali di Agerola, Comiziano, Crispano, Frattamaggiore, Massalubrense, Mugnano di Napoli, Ottaviano, Palma Campania, Piano di Sorrento, Pollena Trocchia, Pomigliano d’Arco, San Gennaro Vesuviano, San Paolo Belsito, Santa Maria la Carità, San Vitaliano e Scisciano avranno il termine massimo di venti giorni dalla data di conclusione delle procedure di notifica della diffida per l’approvazione del bilancio di previsione con scadenza 31 maggio 2021 per gli Enti locali che non hanno incassato le anticipazioni di liquidità.

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]