Il prefetto di Napoli al tavolo di osservazione sulla sicurezza urbana a S.Lorenzo, Vicaria, Poggioreale e Zona Industriale

Condividi

Tra le tematiche, il potenziamento dei centri per i senza fissa dimora e l’apertura di locali per attività commerciali e turistiche

Il prefetto di Napoli Marco Valentini ha presieduto, oggi, presso la IV municipalità del comune partenopeo, il tavolo di osservazione sulla sicurezza urbana, istituito con l’obiettivo di monitorare costantemente le esigenze di sicurezza dei territori e offrire contributi concreti per interventi più generali da sottoporre all’attenzione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

NARDONE

All’incontro hanno preso parte l’assessore al patrimonio, ai lavori pubblici e ai giovani del comune di Napoli, il presidente della municipalità, i responsabili locali degli uffici e comandi delle Forze dell’ordine e della Polizia municipale, i rappresentanti della direzione scolastica regionale, del decanato e delle associazioni dei cittadini.

Il prefetto, nel richiamare l’attenzione sui temi già oggetto dei precedenti incontri, ha auspicato, anche per verificare lo stato di avanzamento dei diversi progetti, un pieno processo partecipativo tra tutti gli interlocutori del pubblico e del privato sociali presenti nel contesto di riferimento per l’elaborazione di iniziative per migliorare la vivibilità del contesto.

L’assessore al patrimonio, ai lavori pubblici e ai giovani ha dato notizia dell’avvio del potenziamento della capacità ricettiva dei centri per soggetti senza fissa dimora e del progetto di apertura sia di locali commerciali presso la stazione centrale sia di alcuni chioschi destinati ad attività commerciali e turistiche.

Ha segnalato, inoltre, il progetto “Mercato dei colori e dei Fiori” per la vendita di prodotti locali di artigianato di qualità, finanziato dalla città metropolitana presso la stazione centrale di Napoli e la realizzazione di un mercatino di artigianato tipico nella zona di porta Capuana.

Infine, la rappresentante della direzione scolastica regionale ha illustrato le progettualità realizzate per i ragazzi del quartiere con il coinvolgimento delle famiglie e il supporto delle Forze dell’ordine per il contrasto alla povertà educativa, nell’ottica della formazione alla legalità e al rispetto delle regole.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]